Trevignano, parte l’esperienza di “A forma di futuro”

526

A “Forma di futuro” nasce da un gruppo di giovani in sinergia con amministrazione comunale, associazioni e imprese del territorio. Il progetto formativo innovativo si è aggiudicato il bando “VitaminaG” nell’ambito del programma “GenerAzioniGiovani.it” finanziato dalle Politiche giovanili della Regione Lazio con il sostegno del Dipartimento per la gioventù, volto a sviluppare un percorso di avviamento al lavoro per ragazzi del territorio dai 18 ai 25 anni. A illustrarlo, l’Assessore alle politiche giovanili Viola Catena

«A forma di Futuro” è un bell’esempio di creatività giovanile che oggi più che mai credo sia la chiave vincente per fornire ai nostri ragazzi una chiave in più per scegliere la propria strada da percorrere nel mondo del lavoro. E’, appunto, un percorso che, come psicologi e formatori, i ragazzi dell’associazione vincitrice del finanziamento, hanno immaginato per dare supporto a tutti i “giovani adulti” nella ricerca e nella formazione del proprio futuro. Il programma del corso è totalmente gratuito e prevede un’immersione in quelli che noi chiamiamo i nuovi mestieri (e gli ambiti sono molti), per sperimentare percorsi anticonvenzionali che attraverso attività divertenti portano a scoprire le proprie caratteristiche personali. I ragazzi che decideranno di partecipare alle attività, anche se poi non dovessero essere intenzionati a portare avanti il lavoro sperimentato, diventeranno capaci di riconoscere le proprie risorse potenziando tutte quelle soft skill utili se non essenziali per qualsiasi tipo di lavoro oggi. Il valore aggiunto di questo percorso è il tutoraggio costante portato avanti da psicologi e formatori che sosterranno i ragazzi per scoprire le loro capacità, i limiti ma soprattutto le aspirazioni e i desideri. Potranno, in un luogo protetto, iniziare a chiedersi davvero che forma avrà il loro futuro».

Una bellissima esperienza da fare. Come funziona?

«Prima di tutto scrivendo un semplice messaggio di interesse a associazionesintonia21@gmail.com; gli operatori dell’associazione “Sintonia” risponderanno spiegando nel dettaglio il progetto e invieranno al mittente un questionario da compilare e re-inviare. Nella seconda fase, in base alle attitudini, saranno presentate le aree di lavoro nelle quali l’interessato potrà sperimentarsi: l’area vinicola, per comprendere tutte le fasi della produzione del vino e della vendita; l’area gastronomica, per conoscere da dove arrivano gli alimenti, come si trasformano le materie prime e come si distribuiscono sul mercato; l’area sportiva, per scoprire come lavorare con lo sport e nello specifico come creare percorsi turistici attraverso gli sport disponibili sul territorio; l’area turistica, per conoscere le vocazioni e le potenzialità del proprio territorio e ricevere gli strumenti per promuoverlo; l’area artistico-creativa, per apprendere o potenziare competenze espressive e tecnico artistiche e costruire insieme la forma del lavoro che potrà nascere da queste. Nella terza fase i ragazzi potranno mettere in pratica quanto imparato organizzando percorsi esperienziali rivolti al pubblico avendo sempre a disposizione uno staff di professionisti per potersi confrontare ed essere supportati».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui