La scelta del Vian ponderata da tre studentesse

33

Un ragionamento e un’intervista per inquadrare il futuro

In questo difficile periodo di pandemia molti ragazzi sono ancora confusi su dove iscriversi dopo la scuola dell’obbligo per proseguire i loro studi. Molti non sanno nemmeno come scegliere l’indirizzo. Se anche tu sei tra questi e non hai ancora deciso in via definitiva quale indirizzo è più idoneo alle tue inclinazioni, dovresti analizzare le tue abilità in maniera imparziale e realistica.
Se ti piace risolvere problemi di matematica, fare esperimenti chimici e prediligi il gioco di scacchi, probabilmente non ha più senso dirti che lo scientifico ti calza come un guanto. Ti piacciono le poesie? Ti perdi nell’universo affascinante dei libri? Hai spesso un parere tuo sulle cose o sui fatti? Ti piace fare discorsi? Iscriviti senza indugio al classico e la tua vita sarà piena di soddisfazioni. Magari ti viene facile parlare in un’altra lingua? Hai riscontrato di studiare le lingue straniere con più interesse delle altre materie finora? Ti piace viaggiare o ti piacerebbe lavorare in un altro paese? Allora scegli il linguistico, perché riempirà di gioia ogni momento di studio.
Ti diremo di più: gli specialisti dicono che gli studenti dovrebbero scegliere il profilo del proprio liceo in base al personale profilo comportamentale. Quindi una persona che tende ad analizzare e criticare i fatti in maniera rigida dovrebbe scegliere lo scientifico, mentre una che lo fa in maniera più creativa e flessibile dovrebbe scegliere il classico. Invece una persona estroversa e amante del nuovo e dell’avventura dovrebbe scegliere il linguistico.
Noi ragazze abbiamo deciso di sottoporre alla vostra attenzione come opzione valida l’iscrizione al liceo scientifico Ignazio Vian di Bracciano, perché è una bellissima realtà di studio e preparazione per il futuro di tutti i ragazzi e offre opzioni più che allettanti. Perché il Vian? Semplicemente perché, nonostante le difficoltà, è una scuola bellissima. Quando studi letteratura latina e greca e la filosofia ti ritrovi davanti a un immenso patrimonio culturale da sempre celato agli occhi dei comuni mortali. Il nostro amato liceo ti dà un’ottima preparazione generale, un buon metodo di studio e di ricerca e ti stimola a non studiare a memoria, ma comprendere cosa si studia e come farne tesoro per il tuo futuro.
Gli indirizzi del Vian di Bracciano sono scientifico, classico e classico Cambridge, linguistico e linguistico ESABAC. Invece il Vian di Anguillara è la sede che ospita lo scientifico e il linguistico, a cui dall’anno scolastico 2021/2022 si aggiungerà il linguistico con spagnolo.
E per darvi una giusta motivazione abbiamo intervistato Silvia, una ex studentessa del Vian uscita dal classico e che oggi frequenta con successo una delle facoltà che si è conquistata il primato assoluto nella classifica internazionale QS, secondo il Ranking by Subject diffuso il 28 febbraio 2018 dall’agenzia mondiale di ranking universitari Quacquarelli-Symonds.
Dove e cosa studi adesso?
«Attualmente sto seguendo il corso di laurea in Lettere Classiche all’università Sapienza di Roma».
Cosa ti ha dato il Vian?
«Il Vian è stato determinante nel confermare il mio percorso futuro che, fortunatamente, avevo già individuato prima di cominciare il liceo. Ho approcciato e iniziato ad apprezzare le materie che sarebbero poi diventate fondamentali per il mio prosieguo accademico, sperimentato le modalità di insegnamento di professori diversi fra loro, ciascuno – a suo modo – un esempio per me. Ho varcato le soglie del liceo con un’idea in testa e ho avuto la fortuna di non cambiarla mai né di dubitarne».
Perché qualcuno dovrebbe iscriversi al Vian?
Il Vian, seppur trovandosi in una realtà provinciale, offre un insegnamento di ottimo livello. Con i miei colleghi universitari, durante le nostre conversazioni, è capitato di affrontare tematiche inerenti ai programmi scolastici e alle conoscenze acquisite: ogni volta, con piacere, ho constatato come la mia preparazione pregressa non avesse assolutamente nulla da invidiare a quella fornita da un liceo di Roma e, anzi, spesso avveniva il contrario. Grazie allo studio e ai professori che il Vian mi ha offerto, uniti chiaramente alla costanza e all’amore per le discipline, ho acquisito un bagaglio di informazioni e conoscenze che tutt’ora mi consentono di seguire senza difficoltà i corsi universitari (cosa per nulla scontata), affrontando con metodo l’impegno che la preparazione di ogni esame necessariamente comporta».

Lavoro di squadra realizzato da
Giulia De Luca, Jacqueline Velia Guida, Giorgia Irimia

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui