Phishing su Facebook, la denuncia del Codacons

39

Agli occhi degli utenti la truffa si presenta mascherata da pubblicità. A differenza del classico phishing dove l’obiettivo è sottrarre denaro al malcapitato, in questo caso, vengono sottratti dati personali.
Non solo, la vittima potrebbe essere indirizzata a dei falsi siti dopo aver cliccato il link truffa ed ecco che si consumerebbe anche la classica truffa di phishing.

Per consumare il reato viene utilizzata la sponsorizzazione, che funziona per qualsiasi profilo; i link arrivano da pagine “ufficiali”,‘ ma poi reindirizzano a delle pagine totalmente estranee.

Secondo il Codacons “il social Facebook permette all’utente di segnalare il post qualora si ritenga di essere inciampati in una truffa. La pagina per effettuare la segnalazione è sempre disponibile e, una volta completato l’iter, non resterà che attendere Facebook” spiega il presidente Marco Maria Donzelli. Segnalate a Facebook, segnalate alla polizia postale e contattate info@codaconslombardia.it per ottenere tutela nel caso foste vittima di questa triste vicenda. I nostri legali saranno pronti ad offrirvi il loro aiuto e “acciuffa la truffa”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui