Coronavirus nel Lazio, 24 Novembre 2020: 2509 nuovi casi.

4

Scende sotto il 9% il rapporto tra positivi e tamponi

Oggi si registrano 62 decessi. Effettuati 28mila tamponi. “Buone notizie sul fronte vaccino: pronti a pianificare le fasi 2 e 3”. Mentre sono 100 le farmacie che hanno effettuato i test rapidi e antigenici

Aumentano i contagi sia a Roma città che nel Lazio, dove si registrano 2.509 casi positivi a fronte dei 2.341 di ieri (+168 nelle ultime 24 ore), su quasi 28mila tamponi effettuati (+7.627 rispetto a lunedì). Sono sempre oltre i mille i casi nella Capitale, ovvero 1.483 contro i 1.421 del giorno precedente (+62 rispetto al 23 novembre).

Sale il numero dei decessi: sono oggi 62, quindi 14 morti in più rispetto a ieri. E cresce anche il numero delle persone guarite: sono 540 a fronte dei 357 di ieri (+183 nelle ultime 24 ore). Scende sotto al 9% il rapporto tra i casi positivi e i test effettuati (ieri era superiore al 10%).

Continua, intanto, il potenziamento delle strutture ospedaliere: “Sono stati approvati oggi i finanziamenti per un totale di 9 milioni e 845 mila euro destinati agli ospedali Sant’Eugenio e Pertini (Asl Roma 2), San Giovanni Addolorata (Asl Roma 1) e Velletri (Asl Roma 6) – dice D’Amato – Nello specifico 4 milioni e 532 mila euro sono destinati all’ampliamento del pronto soccorso dell’ospedale Pertini di Roma e 3 milioni per l’ampliamento del pronto soccorso dell’ospedale Sant’Eugenio di Roma.

Un milione e 505 mila euro finanzieranno la riqualificazione del reparto di endoscopia bronchiale e malattie dell’apparato respiratorio del San Giovanni Addolorata di Roma e 808 mila euro finanzieranno l’adeguamento del pronto soccorso e la realizzazione della camera calda dell’ospedale di Velletri”. Per quanto riguarda il vaccino anti-Covid di ReiThera allo Spallanzani, avanza anche la ricerca italiana. “Pronti a pianificare le fasi 2 e 3”.

Mentre “sono oltre 100 le prime farmacie che hanno iniziato a eseguire i test rapidi antigenici e i test sierologici. Ad oggi ne sono stati eseguiti circa 3mila”, fa sapere D’Amato.

La situazione nelle singole Asl

Nel dettaglio per aziende sanitarie locali, nella Asl Roma 1 sono 534 i casi nelle ultime 24 ore (+58 rispetto a ieri) e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Venti sono ricoveri. Si registrano diciannove decessi con patologie.
Diminuiscono i casi nella Asl Roma 2, dove si registrano 624 nuovi casi nelle ultime 24 ore ( -138 rispetto a lunedì) e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Duecentosessantacinque sono i casi su segnalazione del medico di medicina generale. Si registrano quindici decessi con patologie.
Impennata di positivi nella Asl Roma 3. Qui sono 325 i casi nelle ultime 24h contro i 183 del giorno precedente (+142 rispetto al 23 novembre) e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano sette decessi con patologie.
Incremento di 11 unità nella Asl Roma 4: sono quindi 41 i contagiati nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto.
Schizzano i casi nella Asl Roma 5, dove si registrano 227 nuovi positivi nelle ultime 24h a fronte dei 112 di ieri (+115 nelle ultime 24 ore) e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano quattro decessi con patologie.
Migliora la situazione nella Asl Roma 6. Qui  sono 147 i casi nelle ultime 24h contro i 245 del giorno precedente (- 98 rispetto al 23 novembre) e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano sette decessi con patologie.

La situazione nelle province

Impennata di casi nelle province , dove si registrano 611 nuovi positivi a fronte

dei 533 di ieri (+78 nelle ultime 24 ore). Mentre diminuiscono di tre unità i decessi: sono quindi dieci i morti rispetto al 23 novembre.

Salgono i casi nellaAsl di Latina : sono 309 i nuovi contagiati (+52 nelle ultime 24 ore) e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano tre decessi di 70, 85 e 91 anni con patologie.

Nuovo picco di positivi nella Asl di Frosinone, dove si registrano 189 nuovi casi contro gli 83 di ieri ( +106 rispetto a lunedì) e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con link familiare. Si registrano sei decessi di 72, 74, 77, 82, 83 e 98 anni con patologie. Migliora la situazione nella Asl di Viterbo, dove si registrano 47 nuovi casi (- 54 rispetto al 23 novembre) e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso di 90 anni con patologie.
In lieve calo i contagiati nella Asl di Rieti . Qui sono 66 i nuovi casi (-26 nelle ultime 24 ore) e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto.

Nel Lazio 85.796 i casi positivi

Superano quota 85mila i casi positivi nel Lazio nelle ultime 24 ore : sono, infatti, 85.796 i contagiati contro gli 83.889 di ieri. L’incremento è, quindi, di 1.907 unità. Aumentano leggermente i ricoverati: sono 3.361 contro i 3.351 di ieri (+10 nelle ultime 24 ore). Sale di 10 unità il numero dei pazienti ricoverati in terapia intensiva: sono quindi 345. Mentre, sempre rispetto al 23 novembre, sono 2.088 le persone decedute contro i 2.026 di ieri (+ 62 morti nelle ultime 24 ore). Superano quota 19mila i guariti: sono infatti 19.606 contro i 19.066 di lunedì, quindi 540 in più nelle ultime 24 ore. Il totale dei casi esaminati superano quota 107mila: sono infatti 107.490 contro i 104.981 di ieri (+2.509 rispetto al 23 novembre).

La situazione nei drive in

Tutti i drive di Roma sono accessibili su prenotazione online e anche tramite l’App Salute Lazio, sia per i sistemi Ios che Android. Per effettuare la prenotazione bisogna avere a portata di mano la ricetta bianca con i 3 codice a barre da scansionare con la App e procedere con le indicazioni fino alla conferma della prenotazione. Sono state allestite aree pre-triage presso gli ospedali Spaziani (FR) e Santa Maria Goretti (Lt)

Operativo ad Amatrice il nuovo drive in. Si tratta della 65° struttura. Operativa la postazione per le persone fragili al drive di Labaro dell’azienda ospedaliera Sant’Andrea. Attivo il nuovo drive di Tor Vergata e si tratta della 64° della rete regionale. È partito anche il sistema di prenotazione online della Asl Roma 4, Asl di Frosinone e Asl di Rieti. “Presto – assicura la Regione – sarà opertivo anche nella Asl Roma 5”.

Anche ai drive in della provincia di Viterbo si accede tramite prenotazione. Il tampone potrà essere eseguito, senza aspettare in fila, nei drive-in di Viterbo, in località Riello, aperto tutti i giorni, sabato e domenica dalle 9 alle 19; presso l’ospedale di Tarquinia, dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 14; presso l’ospedale di Civita Castellana, dal lunedì al sabato, dalle 8 alle 13. Per quanto riguarda l’unità mobile sanitaria di Rieti, sono 5 i drive in presenti nel capoluogo e nel territorio: il primo presso la direzione aziendale (polo didattico), in via di Terminillo 42; il secondo a Magliano Sabina, Casa della salute, vocabolo filoni, tutti i lunedì dalle 9 alle 13; il terzo a Passo Corese in via Mestri del Lavoro e in via Salaria Vecchia, tutti i martedì dalle 9 alle 13; il quarto a Osteria Nuova, in via Salaria km 53,00, tutti i mercoledì dalle 9 alle 13; il quinto a Poggio Mirteto, località Capacqua, tutti i venerdì dalle 9 alle 13 .

Operativo pure il drive in pediatrico a Vicovaro in collaborazione con il Coi (comando operativo interforze). Aperto pure il drive in pedonale di via Quirino Majorana presso l’ospedale San Camillo.  È possibile eseguire i tamponi rapidi pure nelle strutture private autorizzate dalla Regione Lazio, al costo di 22 euro. In caso di positività, i cittadini potranno eseguire il tampone molecolare standard nella stessa struttura. Il drive in pediatrico del Sant’Andrea prolunga l’orario: dal lunedì al sabato, dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18; domenica dalle 9 alle 13. Oltre ai Centri per i tamponi pediatrici, i bambini possono accedere a qualunque altro drive in.

Il nuovo drive-in presso Fiumicino Lunga sosta è aperto dal lunedì alla domenica, dalle 8 alle 20, accesso libero. Maggiori info sul sito www.salutelazio.it. Per effettuare la prenotazione bisogna, invece, collegarsi su https://prenota-drive.regione.lazio.it/main/home.È necessario essere in possesso della ricetta dematerializzata, con la prescrizione effettuata dal medico di medicina generale o dal pediatra di libera scelta, e della tessera sanitaria prima di entrare nella piattaforma regionale. Una volta effettuato l’accesso, si potrà scegliere il giorno e l’ora di esecuzione del tampone. Al termine dell’operazione, verrà rilasciato un codice di prenotazione che il cittadino dovrà esibire al drive in.

Vaccino antinfluenzale

In merito ai vaccini antinfluenzali, “sono state distribuite oggi ai medici di medicina generale 66.435 dosi di vaccino antinfluenzale Flucelvax TETRA – dice D’Amato – sono andate circa 37 mila ai medici di medicina generale delle Asl di Roma e circa 30 mila ai medici di medicina generale delle Asl delle altre province. Questo quantitativo, distribuito oggi, serve per l’ulteriore copertura vaccinale degli ultra sessantacinque anni, i 2/3 dei quali sono già stati vaccinati”.

Inoltre, “dalla Regione – aggiunge – nessuna responsabilità sui ritardi nelle forniture da parte di alcune case farmaceutiche”. La campagna di vaccinazione durerà fino a gennaio. Per le fasce dai 60 anni compiuti in su e dai 6 mesi e i 6 anni, la Regione invita i cittadini a prenotare il vaccino dal proprio medico di medicina generale o pediatra di libera scelta.

Ma i medici del VII distretto di Roma, (area San Giovanni, Appio Latino, uno dei distretti sanitari più grandi e popolosi d’Italia) continuano a non ricevere le dosi di vaccino prenotate da tempo. Nella stessa situazione i medici del distretto IX. La consegna slitta di settimana in settimana e non sanno più cosa rispondere ai loro assistiti, molti dei quali anziani, che premono per essere vaccinati.

Test rapidi antigenici

Sono partiti venerdì scorso i primi 500 medici di medicina generale con i test antigenici rapidi. E sono, ad oggi, oltre 100 le prime farmacie che hanno iniziato ad eseguire i test rapidi antigenici e i test sierologici, secondo l’accordo regionale. “Sono stati eseguiti, ad oggi, circa tremila test”, dice D’Amato. Sono 1.737 i medici di medicina generale che hanno aderito, così suddivisi: 332 alla ASL Roma 1, 309 alla ASL Roma 2, 208 alla ASL Roma 3, 107 alla ASL Roma 4, 204 alla ASL Roma 5, 92 alla ASL Roma 6, 143 alla ASL di Frosinone, 191 alla ASL di Latina, 51 alla ASL di Rieti e 100 alla ASL di Viterbo. Sono 421 i pediatri di libera scelta che hanno aderito, così suddivisi: 74 alla ASL Roma 1, 101 alla ASL Roma 2, 59 alla ASL Roma 3, 28 alla ASL Roma 4, 43 alla ASL Roma 5, 66 alla ASL Roma 6, 12 alla ASL di Frosinone, 15 alla ASL di Rieti e 23 alla ASL di Viterbo. “E’ stato inoltre pubblicato sul BUR 140 del 19/11/2020, l’accordo con i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta su esecuzione dei tamponi rapidi e i certificati di fine quarantena”.

Tamponi molecolari nei laboratori privati

Sono stati autorizzati i primi 5 laboratori network privati ad eseguire i test molecolari senza oneri a carico del servizio sanitario regionale. Ecco quali sono a Roma: casa di cura Pio XI in via Aurelia 559; il laboratorio di analisi Altamedica Artemisia Spa, in viale Liegi 45; il laboratorio di analisi Praximedica srl in via Magna Grecia 117; Can.Bi.As laboratorio di analisi cliniche Caravaggio srl in via Accademia degli Agiati 65; il laboratorio analisi Lifebrain srl in viale Roma 190 a Guidonia Montecelio. Il prezzo massimo per chi farà i molecolari privatamente è di 60 euro.

“Stanza degli affetti” nelle Rsa

Per mantenere un contatto diretto tra gli ospedali delle Rsa e i propri cari la Regione Lazio invita le strutture “a mettere a disposizione tablet o smartphone per realizzare videochiamate come alternativa alle visite dei parenti e di prevedere, dove possibile, l’allestimento di una “stanza degli affetti” con separatori trasparenti e postazioni audio con microfoni dove ospiti e pazienti possano incontrarsi in piena sicurezza”.

Numero verde anti-Covid 800.118.800

Operativa la nuova sede della centrale del numero verde anti-Covid 800.118.800 gestita dall’Ares 118. “I medici – spiega la Regione – attraverso le Asl contatteranno le persone in isolamento garantendo il monitoraggio ed il collegamento con le rispettive reti territoriali di assistenza”.

Prevenzione tumori

Attivo il servizio di prenotazione di Palazzo Baleari, il centro avanzato per la salute della donna. Per info e prenotazioni è possibile contattare il numero 06.52666099. “Un punto di riferimento importante per le donne – spiega la Regione – perché il Covid non deve fermare la prevenzione e soprattutto gli screening oncologici”.

Attività di contact tracing

Per potenziare l’attività di contact tracing sono stati contrattualizzati 86 nuovi tracciatori dal bando della protezione civile nazionale, di cui 20 medici, 24 infermieri, 19 tecnici della prevenzione e 23 amministrativi.

Al lavoro i sanitari delle USCAR-R per l’assistenza a domicilio

Continua l’attività sui quattro quadranti della città delle unità mobili Usca-R collegate alla centrale operativa del 118 di Roma per la gestione a domicilio dei codici verdi. Si tratta della prima sperimentazione in Italia di un servizio domiciliare collegato alla rete dell’emergenza.

(La Repubblica)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui