4 Dicembre, 2022
spot_imgspot_img

Musica, 39 anni dopo torna “La voce del padrone”

Prosegue il cammino della collana che sta portando in edicola trenta capolavori della musica italiana nelle ultime versioni rimasterizzate e ulteriormente arricchite da un apposito fascicolo di contenuti inediti. La terza uscita è dedicata a un’altra pietra miliare del nostro panorama musicale, “La voce del padrone”, di Franco Battiato.

L’album, pubblicato nel 1981, raggiunse il successo solo l’anno successivo, arrivando a dominare le classifiche da maggio in poi e raggiungendo il milione di copie vendute. Sotto l’influsso della scena inglese di quegli anni, Franco Battiato si allontana dal rock progressivo della prima fase della sua carriera, affermando quella veste trascendentale e inconfondibile che avrebbe contraddistinto la sua musica e arrivando al grande pubblico grazie a brani come “Summer on Solitary Beach”, “Bandiera bianca”, “Gli uccelli”, “Cuccurucucù”, “Segnali di vita”, “Centro di gravità perma­nente” e “Sentimiento nuevo”.

Canzoni, quest’ultime, che continuano imperterrite a girare in radio grazie anche alle innumerevoli cover prodotte negli anni: in ordine di tempo, dalla più recente, la nuova versione di “Centro di gravità permanente” di Biagio Antonacci.

Ultimi articoli