LAGONE

La cultura tra le colture: il senatore Razzi ospite del secondo appuntamento del 2018

La cultura tra le colture: il senatore Razzi ospite del secondo appuntamento del 2018
marzo 13
13:16 2018

Lo scorso venerdì 16 febbraio si è tenuto il primo incontro del 2018 della serie di eventi dal titolo “La cultura tra le colture”.

Questi incontri sono organizzati da Fruttà, in partnership con la Delfino Srl e l’Associazione Culturale no profit L’Agone Nuovo e sono stati fortemente voluti dal direttore marketing della Delfino Srl, Gianluigi De Benedittis.

L’obiettivo è quello di fondere il buon cibo con la buona letteratura, cibo per la mente.

E venerdì 16 febbraio l’obiettivo è stato perfettamente centrato, durante la presentazione del libro scritto dalla giornalista (responsabile del servizio Cultura e Spettacoli del free press Metro)  Orietta Cicchinelli, dal titolo “Hijo de Puta – La parabola di un legionario” edito MGC Edizioni; una storia incredibile vissuta in prima persona da Giovanni, che era presente per condividere con noi la sua esperienza.

Il secondo appuntamento del 2018 si è svolto lo scorso sabato 10 marzo. Ospite, il Senatore Antonio Razzi, presente per parlare del suo libro “Un senatore possibile”, edito da Graus. Il Senatore Razzi è arrivato a Bracciano, ha passeggiato per le vie fermandosi a stringere mani ed a scattare selfie e ci ha raggiunto nel punto vendita Fruttà di via Cavour. Il pubblico era numeroso ed il Senatore ha parlato del suo libro insieme al vice sindaco di Trevignano Luca Galloni ed all’ex sindaco di Viterbo Giulio Marini. Ha poi risposto alle domande dei presenti e partecipato al buffet, mentre continuava ad autografare le copie del suo libro e a prestarsi a numerosi selfie.

Ovviamente la presenza di un personaggio (politico e mediatico) così controverso ha scatenato una serie di proteste sui social da parte dei cittadini offesi dalla sua presenza. Ciò a conferma della teoria secondo cui la piazza virtuale ha ormai definitivamente sostituito la piazza reale; invece di organizzare una legittima e civile contestazione alla presentazione del libro si è preferito come sempre nascondersi dietro una tastiera. Sono scelte, e come tali vanno rispettate, tanto si sa che “parlatene bene, parlatene male, purchè se ne parli.”

Di base resta il fatto che Antonio Razzi è venuto a Bracciano per parlare del suo libro e non per un dibattito politico. Oltretutto il libro di Razzi è un’autobiografia e, come mi ha detto uno dei cittadini presenti all’evento: “Il tempo speso per leggere una biografia, di chiunque, non è mai tempo buttato. Se ne esce sempre con delle informazioni che prima non possedevi e magari anche con un nuovo punto di vista su alcune questioni. O magari ti fornisce delle ragioni inattaccabili per odiare quel personaggio. In ogni caso, non è stato tempo sprecato.” Personalmente concordo con la persona che ha espresso questo pensiero.

Ma non soffermiamoci su ciò che è già stato e guardiamo al futuro.

Il prossimo incontro del progetto La cultura tra le colture è previsto per sabato 17 marzo; ospite dell’evento sarà l’ex Assessore del Comune di Bracciano Mauro Negretti, presente per parlare della sua seconda raccolta di racconti dal titolo “Chimera ed altre illusioni” edito dalla casa editrice braccianese Tuga. A moderare l’incontra sarà proprio il presidente di Tuga Edizioni, Gianluca Galletti.

Al termine delle presentazioni si vive sempre un momento di originale convivialità in quanto i partecipanti possono chiacchierare davanti al rinfresco offerto da Fruttà e Delfino Srl, e che consistente di prodotti tipici e genuini del nostro territorio.

Vi consigliamo di seguire la pagina facebook di Fruttà e de L’Agone per restare costantemente informati.

 

Monia Guredda

Share

0 commenti

Nessun commento ancora!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

La tua e-mail non verrà pubblicata.
I campi obbligatori sono segnati *

LEGGI QUI IL NUMERO DI MAGGIO 2018!

Iscriviti alla Newsletter!