LAGONE

L’ospedale “Padre Pio” di Bracciano non chiude

L’ospedale “Padre Pio” di Bracciano non chiude
ottobre 11
12:35 2017

Lo scorso sabato 7 ottobre presso l’aula consiliare del Comune di Bracciano si è svolto l’incontro pubblico “Il futuro della sanità: l’ospedale “Padre Pio” e il sistema della Asl Rm4”.

Molti sono stati i relatori e gli intervenuti all’incontro fortemente voluto ed organizzato dall’Associazione culturale “L’Agone Nuovo” e il “Lions Club Bracciano-Anguillara S. e Monti Sabatini”. Tra questi i Sindaci di Bracciano, Trevignano e Manziana, con gli assessori e i consiglieri, il Direttore Generale Asl Rm4 Giuseppe Quintavalle, il Deputato Minnucci e la Consigliera con delega alla Sanità Regione Lazio Teresa Petrangolini.

Il tema principale è stato l’ospedale di Bracciano che, dopo essere stato analizzato nelle sue fasi storiche dal Dottor Bonetti, ha interessato tutti i presenti per le varie informazioni che sono girate durante l’estate.

Il Presidente dell’Associazione “L’Agone Nuovo”, Giovanni Furgiuele e il Presidente dei “Lions Club”, Generale Bruno Riscaldati, organizzatori e promotori di questi incontri tra cittadini e Istituzioni, hanno chiesto ai relatori di spiegare la situazione della sanità nel territorio.

La Asl Rm4, e con essa il Comprensorio Sabatino e, nello specifico, l’ospedale “Padre Pio” di Bracciano, sono al centro di un’operazione di “riordino”, programmata e definita  dai  decreti  della Regione Lazio degli ultimi anni. A cosa sta portando e che cosa porterà? Mentre la Asl Rm4 si prepara a ridistribuire risorse e forza lavoro sull’intero territorio, che obiettivi di salute avrà il comprensorio? Quali strutture garantiranno l’accessibilità pubblica alla salute? Che salute avrà la nostra sanità? Il nosocomio di Bracciano, che ha visto come molti altri nosocomi un ridimensionamento e reingegnerizzazione  della propria  struttura assistenziale e  vive un momento di riflessione organizzativa, porterà in un prossimo futuro ad una riqualificazione dei propri interventi? Le prime Case della Salute riusciranno ad assolvere al compito di riportare sul territorio la gestione adeguata delle cronicità?

Queste sono state le numerose domande dei presenti.

“L’ospedale di Bracciano non chiude – è intervenuto Quintavalle – bisogna iniziare a fare informazione corretta. Nessun reparto chiuderà  ma, anzi, stiamo potenziando i servizi per i cittadini.”

“Questi incontri con cadenza annuale,– ha continuato Quintavalle – sono importantissimi per darci degli obbiettivi concreti da perseguire. Ringrazio gli organizzatori che ci danno l’opportunità di confrontarci con le Istituzioni locali ed i cittadini che chiedono fortemente i servizi.”

Alla fine la risposta politica del Deputato Minnucci è stata la promessa di fare di più. Di chiedere di più alla sanità locale e al personale che ci lavora.

“Un servizio funziona se la gente ci crede” ha concluso la Consigliera della Regione Lazio, Teresa Petrangolini.

 

Federica D’Accolti

0 commenti

Nessun commento ancora!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

La tua e-mail non verrà pubblicata.
I campi obbligatori sono segnati *

LEGGI QUI IL NUMERO DI SETTEMBRE 2017!

Iscriviti alla Newsletter!