“Le cose che non si vedono”: il 12 novembre al Museo Laboratorio Mente l’opera di Luis Gomez de Teran

330

Sabato 12 novembre alle ore 15.30 presso il Museo Laboratorio della Mente della ASL Roma 1 avrà luogo la presentazione dell’opera di Luis Gomez de Teran dal titolo “Le cose che non si vedono”.

L’intervento murale attraversa il prospetto frontale del Museo e arricchisce il complesso di opere di arte urbana già realizzate nel corso del 2015 con il progetto Caleidoscopio, in cui 28 artisti – tra cui lo stesso Gomez – sono intervenuti negli spazi dell’ex manicomio di Santa Maria della Pietà, oggi Parco della Salute e del Benessere.

L’autore, presente all’incontro, illustrerà i punti di congiunzione tra la propria poetica artistica e il percorso espositivo del Museo Laboratorio della Mente realizzato da Studio Azzurro.

L’opera è stata realizzata con il contributo del Centro Studi e Ricerche Santa Maria della Pietà Associazione Onlus.

Si ringrazia la ditta Mario Portale per il sostegno tecnico.

QUANDO

Sabato 12 novembre 2016 – ore 15.30

DOVE

Museo Laboratorio della Mente ASL Roma 1

Padiglione 6 – Piazza Santa Maria della Pietà 5, Roma

Luis Gomez de Teran è nato a Caracas nel 1980. Ha vissuto tra Londra, Berlino e Roma, dove ora risiede.

L’arte di Gomez è intensamente simbolica e trae la sua fonte di ispirazione dalla pittura barocca, in particolare dalla scuola del Caravaggio. I suoi temi preferiti sono quelli leggendari, e ama rifarsi alla mitologia greca e a quella cristiana. La sua tecnica, minuta e attenta, ricerca la simmetria e la luce, avvalendosi sempre di contrasti e di potenti dicotomie.

Nel 2016 tiene la sua prima personale presso la Galleria Varsi di Roma; ha realizzato muri in molte città, tra cui Roma, Berlino, Londra, Barcellona e Mumbai.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui