PD Anguillara: “L’acqua come bene comune non può essere messa in discussione”

“L’acqua come “bene comune” non può essere messa in discussione, se solleviamo il nostro sguardo al disopra dell’orizzonte locale possiamo osservare che l’acqua è un elemento fondamentale non solo per gli abitanti di Anguillara ma per tutta l’Umanità.

A livello locale dobbiamo però fare la nostra parte nel ribadire che la nostra acqua deve essere gestita dai nostri amministratori e bene ha fatto il Sindaco di Anguillara, Francesco Pizzorno, a ribadire questo concetto che il Circolo del Partito Democratico ha da sempre fatto proprio partecipando attivamente alla campagna referendaria del 2011 (ad Anguillara la percentuale dei Si ai due referendum sull’acqua è stata intorno al 97%).

I temi generali come “l’acqua bene comune”, il diritto alla salute, i diritti civili e l’integrazione tra le diverse culture che abitano Anguillara Sabazia, devono essere affrontati e avviati a soluzione in maniera più incisiva. Il Partito Democratico non si tira indietro e deve essere collettore delle istanze che provengono dall’area del centrosinistra e dalle associazioni che con il loro impegno svolgono un’azione di contrasto alla Criminalità Organizzata. Simbolicamente su tutte, l’associazione “Libera” che il 21 marzo a Bologna ha organizzato   una manifestazione con il significativo slogan “ corruzione e mafia, facce della stessa medaglia”, tema che ha sfiorato anche Anguillara e che ci deve allarmare e rendere attivi nel suo contrasto.

La battaglia per il diritto alla salute che nei nostri territori passa attraverso l’opposizione alla chiusura dell’Ospedale “Padre Pio” di Bracciano, ha segnato un primo risultato positivo con la sentenza del TAR che sospende l’efficacia dei decreti del commissario ad acta della Regione Lazio accogliendo l’istanza cautelare presentata dai Comuni del comprensorio. Con questa sentenza si è guadagnato del tempo che non deve essere sprecato, l’incontro tra i Sindaci del Comprensorio e la Cabina di Regia coordinata da Alessio D’amato, rappresenta un importante passo per affermare le esigenze dei paesi che afferiscono all’ospedale “Padre Pio” in termini di assistenza sanitaria e diritto alla salute.

Siamo sicuri che il prossimo decreto del Commissario ad acta per la Sanità recepirà quanto concordato nell’incontro, in modo da evitare l’avviarsi di una spirale di contrasto politico tra istituzioni governate in maggior parte dal Partito Democratico e dai suoi alleati.”

Circolo PD Anguillara

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui