19 Luglio, 2024
spot_imgspot_img

Verso l’11 ottobre: ieri assemblea dei comitati contro Cupinoro

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa firmato: Assemblea dei Comitati Uniti di Cerveteri, Bracciano, Ladispoli, Manziana e Fiumicino.

Ieri sera si è svolta a Cerveteri una nuova riunione dei comitati che si oppongono alla riapertura di Cupinoro.

Alla riunione hanno partecipato oltre 10 tra comitati e associazioni ed alcuni cittadini a titolo personale.

Dopo aver fatto il punto rispetto la questione legale ed il ricorso al Tar deliberato durante l’ultima assemblea si è passati ad un ulteriore sviluppo della manifestazione che si svolgerà a Cerveteri il giorno 11 Ottobre.

Intanto si è preso atto con grande soddisfazione dei presenti delle adesioni che stanno arrivando giorno dopo giorno per aderire alla manifestazione: nuovi comitati, associazioni, contrade, consiglieri comunali di diversi paesi, forze politiche e tanti singoli cittadini in un crescendo che ci fa ben sperare sull’esito della manifestazione.
L’importanza di questo evento, secondo gli organizzatori, è di grande importanza perchè deve rappresentare una risposta complessiva e di massa all’idea folle di riaprire una discarica contro il parere del MIBACT in un sito Unesco.

L’11 Ottobre dovrà essere un momento dove tutti i cittadini dovranno sentire l’obbligo di sfilare per le strade di Cerveteri insieme ai cittadini di Bracciano,Ladispoli, Manziana e dei paesi limitrofi.
Tutti dovranno vedere e capire che i cittadini non ci stanno e lotteranno fino alla fine: sarà un momento di lotta determinato ma anche pacifico e gioioso.
Sentiamo poi il dovere di rivolgere un invito a tutte le forze politiche che hanno aderito ed aderiranno alla manifestazione.

Poichè questa battaglia nasce dal basso ed è assolutamente trasversale invitiamo tutte le forze politiche a partecipare senza esporre bandiere e simboli di partito come del resto è sempre stato anche nel passato.

Questo invito è fatto , pur apprezzando la diffusa adesione, per evitare strumentalizzazioni o polemiche delle quali non abbiamo alcun bisogno. Riteniamo inoltre che una partecipazione siffatta faccia più onore a chi vorrà accogliere la nostra sollecitazione in nome della buona politica.

Ultimi articoli