15 Aprile, 2024
spot_imgspot_img

Istat, nel IV trim. consumi -0,9%

Secondo i dati resi noti oggi dall’Istat, nel quarto trimestre 2023 i consumi finali nazionali sono in diminuzione rispetto al trimestre precedente dello 0,9%.

“Dato grave e preoccupante! L’Istat attesta che la spesa delle famiglie residenti ha sottratto ben 0,8 punti percentuali alla crescita del Pil e che rispetto al terzo trimestre il crollo è stato dell’1,4%” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

“L’Italia non può crescere oltre lo zero virgola fino a che le famiglie faticano ad arrivare alla fine del mese, con le tasche svuotate da prezzi che, pur essendo astronomici, non accennano a scendere e da bollette della luce e del gas che, per quanto siano inferiori ai picchi del quarto trimestre 2022, restano bollenti. I consumi delle famiglie residenti rappresentano da sempre circa il 60% del Pil, secondo il dato di oggi il 58,1%. Se le famiglie non spendono, i commercianti non vendono e le imprese non producono. Insomma, o si ridà capacità di spesa alle famiglie, ad esempio riabbassando l’Iva sul gas, o non si va da nessuna parte” conclude Dona.

Ultimi articoli