15 Aprile, 2024
spot_imgspot_img

Asl Roma 4, incontro con le associazioni e i pazienti dializzati del distretto 3

Il Direttore Generale della Asl Roma 4 Cristina Matranga, nella mattinata di venerdì 1° marzo ha incontrato le associazioni ANED, Associazione Nazionale Emodializzati Dialisi e Trapianto, e Malati di Reni e i pazienti in trattamento dialitico presso l’ospedale Padre Pio di Bracciano, per affrontare il tema dei lavori di ristrutturazione del reparto e cercare insieme le soluzioni possibili per contenere al massimo il disagio dei pazienti e garantire comunque la realizzazione degli interventi entro tempi rapidi.
All’incontro hanno preso parte anche i sindaci di Bracciano, Anguillara, Trevignano, Canale Monterano e Manziana, e anche loro si sono detti pronti a cercare soluzioni volte a sostenere l’azienda sanitaria e i pazienti del servizio, in questo delicato momento di transizione.
Sono emerse diverse possibili soluzioni tecniche e la Direttrice si è impegnata a vagliarne la fattibilità insieme al Dirigente della UOC Nefrologia e Dialisi Fulvio Marrocco, e ad Alessandro Napoli, Direttore della UOC Tecnica.
“A seguito delle notizie circolate in questi giorni – ha spiegato il Direttore Generale della Asl Roma 4 Cristina Matranga – ho ritenuto opportuno organizzare questo incontro per manifestare l’apertura dell’azienda a trovare una soluzione che incontri le necessità dei pazienti e che permetta di effettuare quei lavori ormai necessari per riqualificare il reparto e migliorare comfort e qualità del trattamento. Da parte nostra c’è il massimo impegno a garantire la prestazione arrecando ai pazienti il minor disagio possibile. La partecipazione di tutti i sindaci del distretto 3, delle associazioni dei pazienti, dei pazienti stessi e delle loro famiglie, insieme alla direzione aziendale testimonia la capacità di questo territorio di farsi realmente “comunità”, matura e capace di assumere la responsabilità di trovare insieme la soluzione migliore”
Le famiglie, i pazienti e i rappresentanti dell’ANED, dottor Paolo Carletti, e dell’Associazione Malati di Reni, Roberto Costanzi, hanno accolto con favore l’apertura manifestata dal Direttore Generale della Asl Roma 4 e si sono detti fiduciosi sulla possibilità di addivenire ad una soluzione che garantisca la prestazione nel rispetto dei bisogni dell’utenza del territorio.
“Siamo fiduciosi – ha detto Roberto Costanzi dell’Associazione Malati di Reni – e continueranno a seguire l’evolversi del progetto fino alla realizzazione”.
“Abbiamo partecipato con entusiasmo all’incontro, promosso dalla ASL Roma 4- ha aggiunto il segretario Aned, dottor Paolo Carletti – al fine di trovare una soluzione all’ipotizzato trasferimento, presso altre strutture sanitarie, dei pazienti in trattamento dialitico presso l’ospedale di Bracciano. È assolutamente da evitare che persone già gravemente debilitate, fisicamente e psicologicamente, a causa della terapia dialitica, siano costrette, per sottoporsi a dialisi, a dover fare decine e decine di chilometri ed oltre 1 ora di viaggio in auto per poter raggiungere Ladispoli o Civitavecchia. Voglio quindi ringraziare pubblicamente il Direttore generale della Asl Roma 4, dottoressa Cristina Matranga, per aver assunto l’impegno a trovare ogni possibile soluzione idonea a scongiurare tale trasferimento. Un sentito ringraziamento anche al Dirigente della UOC Nefrologia e Dialisi, dottor Fulvio Marrocco, che ha mostrato in tutti questi anni una grande competenza nella cura dei nostri associati e pazienti”.

Ultimi articoli