13 Giugno, 2024
spot_imgspot_img

Bracciano, incontro con i candidati Minnucci, Battaglia per Alessio D’Amato presidente

In questi giorni, a Bracciano, ha avuto luogo una cena evento per la presentazione al pubblico dei candidati al consiglio regionale Emiliano Minnucci ed Erica Battaglia.

La serata, tenutasi al ristorante Alfredo a Bracciano, è servita a riunire le varie realtà di sinistra delle zone di Roma nord e circumlacuale e creare un dialogo tra tutti i presenti e i candidati che, come ha sostenuto l’onorevole Minnucci nel suo intervento, è essenziale al fine di porre le basi per una politica di comunità. Alla cena era presente Alessio D’Amato, candidato alla presidenza regionale, e molteplici figure politiche locali, tra le quali il sindaco di Bracciano Marco Crocicchi. Quest’ultimo è intervenuto parlando di come le destre italiane spesso e volentieri al governo, sia locale che regionale, creino danni non solo ai cittadini, ma anche alle giunte successive che dovendo rimediare alle scelte compiute in precedenza si troveranno nella condizione di dover posticipare eventuali nuovi progetti.

Una volta terminato l’intervento del sindaco la parola è passata ai candidati che hanno espresso molta sicurezza nel lavoro svolto durante la permanenza del PD alla Regione con Zingaretti nell’ambito della sanità, la quale è stata rimessa in piedi dopo anni di scelte errate compiute dalle giunte precedenti. Hanno, poi, continuato parlando di progetti approvati a seguito del loro impegno. Esauriti i discorsi pieni di foga e sicurezza dei due candidati Minnucci e Battaglia ha iniziato a parlare Alessio D’amato pronunciando le parole:” Vi do una notizia in anteprima. Noi a febbraio vinceremo perché siamo credibili.”

Parole decise che inducono a presentare D’Amato come una persona attendibile e certa di raggiungere i risultati che si è prefissato. Quest’ultimo ha poi ricordato tutto il lavoro fatto per la campagna vaccinale durante la pandemia e denunciato alcuni comportamenti o azioni, quantomeno dubbie, dell’avversario elettorale.

La certezza del buon lavoro già compiuto e la convinzione di poter continuare a svolgerlo sempre meglio è percepibile nelle parole dei candidati che vogliono donare agli abitanti del Lazio, meritevoli di diritto, una regione sempre più funzionale e funzionante.

Claudio Colantuono
Redattore l’agone

Ultimi articoli