L’indecifrabilità d’una certa politica

C’è il rischio ci possano essere più partiti che elettori, il 25 settembre: sono 81 finora i loghi registrati, roba da non crederci se solo non li avessimo visti coi nostro occhi. E mentre spuntano i nomi più disparati nel totonomine, da Mastrangelo a Borselli, e Forza Italia pensa all’ex attaccante del Milan e del Napoli Beppe Incocciati, e “corre” pure Gina Lollobrigida (che a 95 anni è candidata a Latina per Italia sovrana popolare), Giorgia Meloni si dice “fiera della fiamma” e aggiunge che “noi siamo per il presidenzialismo, gli italiani sceglieranno”. I dem dal canto loro puntano su lezioni ai bambini, spesa ai nonni e cocomerate di condominio per la caccia ai voti. E intanto Silvio Berlusconi, dal canto suo, si assiepa sulle gradinate del “Brianteo” per assistere al debutto del “suo” Monza in serie A. Ma la squadra perde in casa…
Massimiliano Morelli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui