SMS truffa: come riconoscere lo smishing

Aiuto, aiuto… gli SMS truffa son tornati!
A cadenza periodica arrivano dei messaggi sui nostri smartphone

Ma esattamente cosa accade con questi SMS?

Al povero malcapitato del momento, arriva un sms che ha tutte le caratteristiche simili di un sms inviato dalla propria Banca, o da Banco Posta, oppure ultimamente anche da Amazon, con cui si comunica che ci sono delle attività sospette sul suo conto, oppure ci sono pacchi da ritirare e ci viene chiesto di accedere alla propria area utente attraverso un link. L’ignaro utente, non accorgendosi della falsità del messaggio, cliccando su questo indirizzo, in realtà, accede a un sito clone identico a quello reale in cui inserisce i propri dati personali. Questo meccanismo è alquanto efficace, perché erroneamente le persone credono di essere contattate dai veri uffici del proprio istituto bancario o da Amazon. Purtroppo sono molti utenti che cadono nel tranello dei messaggi di smishing. Ci sono due modi veloci per verificare la correttezza:

1) se l’indirizzo (url) riporta una serie di caratteri strani, senza senso, allora fatevi delle domande.

2) Se l’indirizzo riporta un nome noto, ma con una lettera mancante, allora fatevi delle domande. Es: Amazon contro Amzon

3) Spesso il testo utilizzato in questi ingannevoli SMS hanno errori esilaranti di grammatica. Storpiature di nomi.

Invitiamo sempre a contattare qualcuno che sia più ferrato sulla tecnologia. Di rivolgersi a personale qualificato.

In caso di dubbi su un possibile tranello, cambiate le vostre password, sempre.

Andrea De Ieso

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui