La duecentesca Certosa di Trisulti torna patrimonio pubblico e potrà essere visitata

216

La certosa di Trisulti è un monastero situato nel comune di Collepardo, in provincia di Frosinone, nella cosiddetta Selva d’Ecio, alle falde del monte Rotonaria (Monti Ernici), a 825 metri di altitudine e a 6 chilometri a nord-est del centro abitato. Fu riconosciuta monumento nazionale con Decreto ministeriale del 17 luglio 1879. Nei giorni scorsi il complesso è tornato di proprietà dello Stato dopo la querelle giudiziaria con una associazione di stampo sovranista che a suo tempo ne aveva ottenuto la gestione.

 

Nicola Zingaretti

Presidente della Regione

«Aver impedito la nascita di una scuola sovraniasta penso dia un valore aggiuntivo perché quella cultura non è fondata sul confronto. Invece questo luogo nel 1200 è nato come pilastro della cultura europea, che ha il confronto delle idee come sua vocazione». Lo ha detto il presidente della regione Lazio Nicola Zingaretti a margine della presentazione per la riapertura della Certosa di Trisulti, a Collepardo, assieme al ministro della cultura Dario Franceschini, riferendosi alla vicenda che vedeva la Certosa come luogo scelto da Steve Bannon come “scuola dei sovranisti”.

«Ridarla ad una fruizione pubblica, accogliere, stimolare quella che è la vera vocazione di Trisulti, secondo me è anche una vittoria culturale – ha aggiunto Zingaretti- . È importante che in poco tempo Regione e Mibac, proprio per dare un segnale dopo la chiusura della vicenda del bando, la stanno già riaprendo. Chi conosce bene la burocrazia italiana – ha sottolineato – sa che questo è stato figlio di un impegno che ha visto davvero ministero e regione e gli uffici dedicati ad accettare questa sfida. La certosa di Trisulti è di tutti e ora è diventata una realtà».

 

Marta Leonori

Capogruppo Pd della Regione Lazio

 

«Riapre la Certosa di Trisulti, con attività culturali, religiose e didattiche. Questo luogo, carico di storia, torna alla collettività: grazie alla collaborazione tra la Regione Lazio e il Ministero della Cultura, grazie alle battaglie delle istituzioni e delle associazioni del territorio, la Certosa prosegue nel suo rapporto con la cultura europea. Un monumento splendido, immerso nella natura, che tornerà alla fruizione collettiva e ad essere luogo di confronto, ascolto, incrocio di cammini fisici e spirituali. Oggi nasce #TrisultiBeneComune. Visitatelo, ne vale la pena!».

 

Sara Battisti

Presidente della commissione regionale Affari Istituzionali

«Un’emozione indescrivibile poter riaprire al pubblico la Certosa di Trisulti. La fine di una triste pagina, possibile grazie alla mobilitazione di tante e tanti cittadini, associazioni, istituzioni per riaprire uno dei luoghi spirituali e culturali più importanti al mondo. Ora insieme Regione Lazio e Mibact per programmare il futuro di questo luogo incantevole».

 

Eleonora Mattia

Presidente IX Commissione

Consiglio Regionale del Lazio

«La certosa di Trisulti a Collepardo, in provincia di Frosinone, riapre al pubblico grazie alla sinergia e all’impegno del Ministero dei beni culturali e della Regione Lazio. Una vittoria collettiva per il territorio e per le cittadine e i cittadini che, dopo la parentesi buia dei seguaci di Bannon, tornano a poter godere di un luogo prezioso, simbolo di storia e spiritualità. Una battaglia che parte dal basso e si vince insieme, per rispondere ai sovranismi con la cultura e la bellezza. Grazie al Ministro Dario Franceschini e al Presidente Nicola Zingaretti per l’impegno profuso e a tutte le associazioni che hanno sognato e realizzato insieme alle istituzioni questo sogno».

.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui