Canale Monterano, misure di sostegno per la ripartenza del lavoro

248

Imprese e associazioni locali, via canoni di locazione, Icp e Tosap

In parallelo con le prime riaperture decise a livello governativo, l’Amministrazione comunale di Canale Monterano ha varato misure di sostegno per imprese, artigiani e associazioni locali, danneggiate dall’emergenza pandemica da Covid-19.
«Le misure – spiega il vice sindaco con delega al bilancio, Stefano Ciferri – nascono dalla volontà di stare a fianco concretamente alle nostre attività, che sono in difficoltà a causa delle misure di contenimento della circolazione del coronavirus. Per questo motivo, grazie anche alla condizione finanziaria finalmente solida prodotta dal lavoro di questi anni, abbiamo deciso di esentare dal pagamento dei canoni concessori i gestori delle strutture comunali danneggiati dalla pandemia per l’annualità 2020 e sospenderne la corresponsione per l’annualità 2021, fino al 30/06/2021; di esentare dal pagamento dei canoni di occupazione suolo pubblico e imposta sulla pubblicità per l’annualità 2020 tutte le imprese, associazioni, etc. danneggiati dalla pandemia e sospenderne fino al 30/06/2021 la corresponsione dei canoni. Tutti i soggetti che avessero già provveduto a corrispondere gli oneri previsti, potranno vedersi riconosciuto il beneficio a valere sul futuro dovuto». «Sappiamo bene – aggiunge il sindaco di Canale, Alessandro Bettarelli – quanto hanno sofferto i nostri operatori economici e le nostre associazioni in quest’ultimo anno e che ben altro servirà per riprendersi, ma come Comune abbiamo voluto fare quanto possibile per dimostrare la nostra vicinanza a quello che è il tessuto più vivo e dinamico del nostro paese».
«A breve – ha poi aggiunto il primo cittadino – dovremmo inoltre partire con l’erogazione alle circa ottanta imprese artigianali e commerciali locali che hanno richiesto i contributi, del Fondo di sostegno alle attività economiche artigianali e commerciali nelle Aree interne. Gli Uffici del Comune sono al lavoro sull’ultima fase dei controlli obbligatori richiesti dal Dpcm del 24 settembre 2020 e quindi, dopo aver verificato la regolarità amministrativa della richiesta, la regolarità tributaria e l’attivazione del CUP, stanno controllando i DURC delle imprese, quelle per cui è necessario, per versare infine il 4% di ritenuta di legge per ogni contributo concesso. Un lavoro enorme che in periodo di pandemia forse poteva essere semplificato con criteri di erogazione più snelli e meno macchinosi. Il Comune di Canale Monterano è stato beneficiario di un contributo di 148.888,18 euro, da ripartirsi in 3 annualità dal 2020 al 2022».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui