Frontiere, l’Europa domani riapre a 15 Paesi, compresa la Cina. Usa esclusi

161

Frontiere, l’Europa domani riapre a 15 Paesi, compresa la Cina. Gli Usa, tuttavia, restano esclusi. L’Unione europea, dunque, ha deciso di riaprire, da domani 1 luglio 2020, le sue frontiere esterne a 15 paesi terzi, tra cui la Cina, ma a condizione di reciprocità. Fuori dall’elenco gli Stati Uniti. Lo si apprende a Bruxelles dopo il voto dei paesi membri alle raccomandazioni e alla lista. L’Italia ha votato a favore.

Alla fine l’Italia ha votato a favore della lista che comprende Algeria, Australia, Canada, Georgia, Giappone, Montenegro, Marocco, Nuova Zelanda, Ruanda, Serbia, Corea del Sud, Thailandia, Tunisia, Uruguay e Cina (soggetta appunto alla conferma della condizione) di reciprocità.
Una maggioranza qualificata di 27 ha votato a favore della raccomandazione.

Fonte: IlMessaggero.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui