LAGONE

Inaugurazione dell’Agorà Tecnologica al Paciolo di Bracciano

Inaugurazione dell’Agorà Tecnologica al Paciolo di Bracciano
giugno 14
17:04 2019

INAUGURAZIONE DELL’AGORÀ TECNOLOGICA AL PACIOLO

 

In questo maggio piovoso spunta un raggio di sole. Il 28 maggio, presso l’Istituto di Istruzione Superiore “Luca Paciolo” di Bracciano, è avvenuta l’inaugurazione di un nuovo spazio tecnologico al quale è stato dato il nome “Agorà”, termine con il quale nell’antica Grecia si indicava la piazza principale della polis, un modello di struttura che prevedeva l’attiva partecipazione degli abitanti liberi alla vita politica. Oggi, come allora, questa parola evoca uno spazio ampio nel quale trovano spazio le idee, la cooperazione e il confronto.

L’evento è stato reso possibile grazie alla volontà del DS Stefania Chimienti che ha ideato questo spazio, unico nella Regione Lazio, ispirandosi alle avanguardie educative di INDIRE. L’intervento del Direttore Generale dell’U.S.R. per il Lazio, Dott. Gildo De Angelis, ha  conferito prestigio a questo appuntamento, insieme alle autorità presenti ( sindaci , assessori, rappresentanti delle  forze armate, del territorio) appuntamento che ha visto  riunite tante componenti dell’ Istituto che hanno collaborato in sinergia per regalarci l’AGORÀ: uno spazio didattico aperto che prevede un utilizzo responsabile da parte degli studenti anche al fine di sviluppare  competenze di cittadinanza; un luogo concepito per rendere l’ambiente scolastico più sereno e piacevole, anche in considerazione del ruolo che le nuove tecnologie hanno assunto nella vita dei nostri ragazzi. Gli alunni possono recarsi in Agorà durante le ore di lezione con i docenti, possono utilizzare lo schermo per approfondimenti e ricerche. L’Agorà, però, è anche luogo di relax e di socializzazione. Gli alunni vi si recano durante le pause di ricreazione o nelle ore di “buco” e possono anche usare il touch screen per ascoltare musica da canali social, nel rispetto dell’apposito regolamento.

Ma l’Agorà è anche luogo di incontro, già nel suo realizzarsi. Per mesi gli alunni e i docenti della sezione scenografia del liceo artistico, hanno lavorato insieme per la decorazione di questo spazio che si anima grazie all’impiego di colori acrilici e fluorescenti che si “accendono” sotto la luce delle lampade a luce ultravioletta.

Per scegliere la scritta che corre ai piedi di uno dei murales è stato indetto un concorso, vinto da un’alunna dell’Istituto Professionale che ha proposto una frase di un autore statunitense, Patrick Snow:  “Solo coloro che riescono a vedere l’invisibile, possono raggiungere l’impossibile”, molto evocativa della scena rappresentata, ripresa dal museo di arte digitale di Tokyo.

Nell’AGORA’ si può anche discutere, grazie alla tecnica didattica innovativa del “Debate” (l’Istituto Luca Paciolo ha aderito alla rete nazionale delle scuole che applicano questa metodologia). Proprio come avveniva nell’agorà greca. Questo è quindi un luogo di incontro e scambio, un melting pot, che permette la commistione di elementi di origini diverse per  costruire una identità condivisa.

Ma l’Istituto “Luca Paciolo”, oltre all’Agorà, offre altre interessanti innovazioni: a guidarci nella visita dei nuovi ambienti didattici è stata il Dirigente scolastico, Stefania Chimienti, insieme  al Professor Stefano Mura.  Ci sono stati illustrati due laboratori: uno linguistico, le cui pareti sono completamente ricoperte di splendidi murales (opera degli allievi del Liceo Artistico) ed un’aula 3.0, un ambiente colorato e funzionale che prevede dei tavoli poligonali riposizionabili, con computer, tablet e stampante 3D per attività impostate sulla didattica innovativa. L’aula è stata dedicata in questa occasione, con una piccola cerimonia colma di commozione, a Claudio Dominici, indimenticabile collaboratore scolastico recentemente scomparso.

L’istituto vanta poi una biblioteca contenente più di 7.000 testi, sia in formato digitale che cartaceo. Di notevole interesse, la realizzazione di filmati in grafica tridimensionale creati dal Prof. Marco Mellace.

Giunti nel “cuore” dell’Agorà, la Dirigente ha presentato una serie di filmati multimediali realizzati dagli allievi per illustrare dei progetti innovativi.  L’evento è stato animato da uno spettacolo nel corso del quale si sono avvicendati allievi dell’Istituto con esibizioni musicali e coreutiche nelle quali anche allievi diversamente abili hanno lavorato a fianco dei loro compagni, in una collaborazione attiva di tutti i ragazzi, ognuno con le sue diversità che diventano caratteristiche e, a volte, preziose peculiarità.

Il Direttore Generale dell’U.S.R. Lazio, Gildo De Angelis si è detto sorpreso dei risultati ottenuti e del grande lavoro svolto, definendo il Paciolo “un’eccellenza tra le scuole della provincia anche più avanti di quelle più blasonate della Capitale”.

Lo spirito collaborativo con il quale è stato condotto questo progetto, che guarda al futuro ma si nutre anche del ricordo grato per chi ad esso ha contribuito in passato, ha consentito la realizzazione di una realtà nuova, di una risorsa per il nostro territorio.

Erica Trucchia

0 commenti

Nessun commento ancora!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

La tua e-mail non verrà pubblicata.
I campi obbligatori sono segnati *

LEGGI IL NUMERO DI MAGGIO 2019!

Iscriviti alla Newsletter!