24 Marzo, 2023
spot_imgspot_img

Cerveteri: domani 11 Marzo l’inaugurazione della nuova Biblioteca Comunale

In questi giorni a Cerveteri si è parlato molto di buone pratiche ed esperienze amministrative virtuose. Tra queste, sicuramente, rientra l’iniziativa dell’Amministrazione comunale guidata dal Sindaco Alessio Pascucci di mettere a disposizione della cittadinanza una nuova e moderna biblioteca comunale.
 
Abbiamo valorizzato la ricchezza che già avevamo, ottimizzando al massimo le risorse pubbliche; da ciò è nato un doppio vantaggio per la nostra comunità: abbiamo finalmente una biblioteca nuova di zecca, accogliente, spaziosa e accessibile a tutti, perché non ci sono rampe di scale o altre barriere architettoniche, e in più abbiamo fatto un’eccellente manovra economica. Ciò è avvenuto per la nostra forte convinzione di dover dare maggiore valore sia al patrimonio librario della nostra biblioteca comunale, che al patrimonio storico del Palazzo del Granarone, uno degli edifici simbolo della città di Cerveteri”.
Lo ha spiegato Alessio Pascucci, annunciando la realizzazione di un altro punto del programma elettorale della sua Maggioranza.
“Forse non tutti sanno – ha detto il Sindaco Pascucci – che quando siamo arrivati alla guida del Comune di Cerveteri c’erano interi locali pubblici completamente inutilizzati, mentre si continuavano a pagare gli affitti per tenere gli uffici comunali in locali non di proprietà. Siamo intervenuti con forza per eliminare questo spreco inaccettabile. La nostra Amministrazione, che ha creduto moltissimo in questo progetto sin dall’inizio, ha stanziato le risorse necessarie ad adattare e mettere a norma i locali del Granarone, abbiamo acquistato arredi e scaffalature, e infine abbiamo trasferito l’enorme patrimonio librario della biblioteca comunale: un lavoro enorme, reso possibile dalla competenza e la passione delle nostre bibliotecarie, che ringraziamo di cuore”.
 
Oggi la nuova Bibliotecadi Cerveteri conta più di 26.300 volumi, oltre 1.350 materiali multimediali tra cd, dvd e vhs, tre sezioni speciali dedicate a Etruscologia, Storia antica e Arte, una sezione Bambini & Ragazzi con più di 3.500 volumi, un’emeroteca di 6 riviste e 3 quotidiani nazionali. Nei nuovi locali, ben arredati e accoglienti per tutti, c’è ovviamente la possibilità di collegarsi liberamente agli accessi internet wi-fi per collegare computer, smartphone e tablet. In più, da non sottovalutare, è la posizione geografica strategica della nuova biblioteca, con una grande parcheggio a disposizione, aree verdi dove trascorrere le pause dallo studio, la disponibilità dell’Aula Consiliare per la realizzazione di convegni, cineforum e altre iniziative culturali, e il godimento di un panorama eccezionale, che dal colle guarda fino al mare.
 
Volevamo sinceramente rendere l’inaugurazione della biblioteca in una festa in grado di coinvolgere le famiglie di Cerveteri – ha detto Francesca Pulcini, Assessore alle Politiche culturali – per questo abbiamo previsto spettacoli e giochi a cui invitiamo bambini e ragazzi a partecipare. Inoltre, in questi giorni abbiamo fatto partire nelle scuole una campagna di sensibilizzazione che partisse dai più piccoli: abbiamo chiesto loro di aiutarci a diffondere la cultura del libro e della lettura consigliando ai più grandi di chiudere i cellulari e di aprire un buon libro. Ovviamente non vogliamo bistrattare la tecnologia, che anzi ha il proprio importante spazio nella nuova biblioteca, ma un buon libro è sempre un buon libro.”
 
Mercoledì 11 marzo a partire dalle ore 16.30, la cittadinanza è invitata al Palazzo del Granarone, in Via Francesco Rosati, nel centro storico, per il tradizionale Taglio del Nastro da parte del Sindaco e della Giunta. Alle ore 16:45 si terrà lo spettacolo per bambini “Ti suono una storia!”, un concerto ludico-didattico e interattivo a cura dell’Associazione culturale SUAMOX (lo spettacolo è dedicato ai bambini della scuola materna e primaria). Alle ore 18:00, invece, si terrà uno spettacolo dedicato a tutte le età, con “Voce di donna – Il coraggio di uscire dal silenzio”, versi di Alda Merini accompagnati dalle voci femminili del Coro Giuseppe Verdi. Tutti gli spettacoli sono ad ingresso gratuito.

Ultimi articoli