Regione. Autostrade, Valeriani: “Inaccettabile aumento pedaggi”

224

“Gli aumenti dei pedaggi autostradali, scattati il primo giorno dell’anno nuovo, andranno a colpire in special modo i romani e i residenti del Lazio in genere. Per questo ho tempestivamente presentato un’interrogazione a risposta immediata al presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e all’assessore alla Mobilità, Michele Civita, per sapere quali iniziative intendano adottare al fine di scongiurare tali imprevisti e anomali aumenti”.
E’ quanto afferma in una nota pubblicata sul suo profilo facebook il vicepresidente del Consiglio regionale, Massimiliano Valeriani.

“I rialzi in questione – spiega Valeriani – oltre che ad essere al fuori di ogni logica e a costituire l’ennesima stangata per i tanti pendolari e i trasportatori laziali, nella nostra regione andrebbero dal 4 al 9 per cento. Ma soprattutto – continua Valeriani – la Strada dei Parchi (la A24 e la A25, ovvero la Roma-L’Aquila e la diramazione per Pescara) sarà la più colpita di tutta Italia dai rincari, con una percentuale dell’8,28 per cento. Seguita poi dalle Centropadane (più 8,01) e le Autovie Venete (più 7,17). A conti fatti per un tratto di autostrada di 100 chilometri circa – conclude il vicepresidente della Regione – si arriverà a pagare, a seconda del casello di ingresso e di uscita, tra i 10,90 e i 13,40 euro. Un balzello eccessivo, visto anche il periodo di crisi”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui