LAGONE

Regione Lazio, Avenali: “finalmente il Piano d’Assetto della Valle dei Casali”

Regione Lazio, Avenali: “finalmente il Piano d’Assetto della Valle dei Casali”
marzo 13
10:50 2015

“Con l’approvazione del Piano d’Assetto della Valle dei Casali compiamo un passo importante per la tutela Ambientale del nostro territorio. Più di 80 ettari, che si estendono fra l’XI e il XII Municipio, da Villa Pamphili alle sponde del Tevere, un’area molto antropizzata, ma che allo stesso racchiude in se molta natura, agricoltura e storia, da oggi beneficiano di uno strumento centrale per la regolamentazione ed il funzionamento della Riserva. Ringrazio l’Assessore Refrigeri e i colleghi per aver finalmente sbloccato questa situazione ed aver avviato un percorso virtuoso”.

Questo il commento di Cristiana Avenali, Consigliera regionale del Partito Democratico, sull’approvazione della Proposta di Delibera relativa al Piano di Assetto della Valle dei Casali (PDC 11/2013).

“Il Piano d’Assetto è uno strumento indispensabile per la tutela e il governo delle aree protette: la loro assenza determina l’impossibilità di sfruttarne tutte le potenzialità, ma allo stesso tempo può consentire una tutela minore rispetto a quella che si avrebbe in presenza di piano, come ha  dimostrato ampiamente la recente vicenda del Bosco di Capocotta nella Riserva di Decima Malafede e che proprio per questo spero possa essere il prossimo ad arrivare a compimento. Possiamo e dobbiamo lavorare per velocizzare le procedure di aggiornamento e approvazione  dei Piani delle Aree naturali protette e degli altri strumenti di pianificazione e regolamentazione territoriale, economica e sociale e sto lavorando in questo senso per modificare la legge regionale 29/97, un’ottima legge non del tutto attuata  – prosegue Cristiana Avenali – In questo modo potremo regolamentare Parchi e Riserve per poterle preservare al meglio, per difendere il capitale naturale, e per beneficiare del loro potenziale economico”.

“L’approvazione dei Piani d’Assetto deve essere una nostra priorità – spiega Avenali – dobbiamo arrivare ad approvare tutti i Piani di Assetto in breve tempo, per investire sui Parchi sia in termini ambientali, di tutela del territorio e della biodiversità, che in termini economici. Infatti, i Parchi rappresentano una grande opportunità di crescita economica, e generano lavoro, modernità in chiave sostenibile, e per questo vanno valorizzati e promossi.”

Conclude Avenali: “I nostri Parchi non sono un vincolo, ma una occasione imperdibile di sviluppo, per un Lazio nuovo, sostenibile dal punto di vista ambientale ed economico. È necessario, certamente, garantire la loro tutela, ma deve trattarsi di una “tutela attiva”: le aree naturali concorrono alla crescita del territorio, all’agricoltura, al turismo, allo sport. Approvando presto tutti i Piani di Assetto possiamo assicurare il vero valore dei Parchi e renderli veramente protagonisti del nuovo modello di sviluppo della Regione Lazio”.

 

 

 

0 commenti

Nessun commento ancora!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

La tua e-mail non verrà pubblicata.
I campi obbligatori sono segnati *



















LEGGI QUI IL NUMERO DI GIUGNO 2017!





Iscriviti alla Newsletter!

Ricerca gli articoli per giorno

marzo: 2015
L M M G V S D
« Feb   Apr »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031