25 Giugno, 2024
spot_imgspot_img

Elezioni Europee, Trevignano controtendenza

Sembra sia confermato il dato già diffuso alle prime luci del mattino su questa tornata elettorale. A Trevignano il primo partito è il Partito Democratico, quasi al 31,9 % seguito da Fratelli d’Italia al 27,8%. Tante le preferenze espresse, i più votati sono stati Matteo Ricci (PD) con 259 preferenze e Giorgia Meloni con 383.

Poche le schede bianche o nulle, mentre invece la maggior parte sono state rispedite nuove, esattamente come arrivate. A Trevignano, e per questo è in linea con la tendenza nazionale, su 4.504 elettori si sono presentati alle urne solamente 2.229 cittadini il 49,49%. (Fonte https://elezioni.interno.gov.it/europee/scrutini/20240609/scrutiniEI3120701060)

Questo fa riflettere, non solo, parlando con il personale del seggio elettorale, durante le tantissime ore a disposizione, da sabato pomeriggio 15-23 e domenica dalle 7 alle 3 del mattino di lunedì (e dovremmo approfondire il fenomeno retribuzione oraria/responsabilità) quello che colpisce è l’astensione da parte delle nuove generazioni. La maggior parte dei votanti sono over 50, mancano all’appello la generazione Y i “Millennials” nati tra gli anni Ottanta e primi anni Novanta. Forse è da qui che bisognerebbe ripartire oggi. Cosa succede a tutta la fascia di non più giovani? Come mai non vogliono o non posso partecipare alla vita politica?

Claudia Soccorsi
Redattrice L’agone

Ultimi articoli