25 Giugno, 2024
spot_imgspot_img

Ladispoli, alla festa di fine anno nel ricordo di Andrea Pappalardo

Si estende sempre di più la rete dell’Associazione “Il Cuore di Andrea” che sabato 1° giugno ha incontrato gli studenti e le famiglie dell’Istituto Comprensivo “Ladispoli 1” a conclusione di un percorso formativo suggellato dalla consegna di un defibrillatore alla comunità scolastica di via Castellammare di Stabia guidata dalla Dirigente scolastica Giovannina Corvaia. Una splendida giornata di festa che ha visto protagonisti gli studenti, i Docenti e le famiglie dei diversi plessi dell’Istituto Comprensivo: esposizione di cartelloni, manufatti e prodotti artistici realizzati nel corso dell’anno scolastico, libri, quadri, manifesti, lapbook, gadget, prodotti dell’orto del Plesso “G. Rodari”, ma anche banchi solidali: uno della Caritas e l’altro dell’Associazione “Il Cuore di Andrea”.

Già attiva da due anni nel territorio grazie alla collaborazione con l’Istituto Alberghiero di via Federici, l’Associazione presieduta da Marialucia Formicola è dedicata ad Andrea Pappalardo (1989-2017), giovane studente romano scomparso prematuramente a causa di una rara sindrome cardiaca. Molte le iniziative già avviate all’Alberghiero e, da quest’anno, anche all’Istituto Comprensivo “Ladispoli 1” con il supporto della Vicepreside Prof.ssa Elena Di Marco: corsi BLSD, screening elettrocardiografici, incontri formativi. L’Associazione, nata nel 2018, promuove da anni nelle scuole la cultura della defibrillazione precoce e del Primo soccorso, finanzia borse di studio per la ricerca, favorisce la conoscenza delle cardiopatie, effettua campagne di prevenzione e si propone di creare una rete di Enti e soggetti che condividano e perseguano gli stessi fini. “Siamo felici di essere qui oggi – ha sottolineato il Prof. Alessio Orlandini, Responsabile di Sede dell’Istituto Alberghiero e primo promotore sul territorio della collaborazione con l’Associazione “Il Cuore di Andrea”, insieme alla Prof.ssa Elisa Colombo – perché questa giornata conferma che “il bene chiama il bene”. La rete creata a Ladispoli si sta progressivamente allargando e ciò significa che aumenta la possibilità di salvare vite ma anche semplicemente di acquisire piena consapevolezza dell’importanza di “prendersi cura” degli altri. Rivolgo il mio grazie alla Presidente dell’Associazione Marialucia Formicola e al Vicepresidente Francesco Pappalardo oggi con noi, alla Prof.ssa Elena Di Marco per averci ospitato e a tutti coloro che hanno contribuito al successo delle iniziative svolte finora. Ma desidero ringraziare anche i nostri studenti del V Turistico che oggi, grazie al coordinamento della Prof.ssa Carmen Piccolo, hanno accolto il pubblico di questa splendida giornata con la consueta passione e professionalità”.

“Crediamo in una solidarietà che sappia trasformarsi in azione – ha aggiunto la Prof.ssa Rosa Torino, Referente per le attività di Educazione civica dell’Istituto Superiore “Giuseppe Di Vittorio” – e grazie al Prof. Orlandini abbiamo incontrato lungo il nostro cammino l’Associazione “Il Cuore di Andrea” che lavora da anni per diffondere la cultura della prevenzione e del primo soccorso. Ringraziamo i suoi Responsabili e Referenti con i quali stiamo lavorando anche per l’imminente sottoscrizione di un Protocollo di Intesa che ci consentirà di proseguire e consolidare le sinergie e le iniziative già avviate. Ma desidero rivolgere il mio grazie anche alla nostra Dirigente scolastica Prof.ssa Vincenza La Rosa, sempre disponibile nel dare vita a straordinarie iniziative di collaborazione e apertura al territorio. E’ nostra convinzione che sia più facile raggiungere i traguardi formativi più importanti attraverso un lavoro di rete che metta al centro la cooperazione e la corresponsabilità educativa”.

“Ringraziamo l’Istituto Comprensivo “Ladispoli 1” per la sua ospitalità. – ha aggiunto il Vicepresidente dell’Associazione “Il Cuore di Andrea” Francesco Pappalardo – Lavoriamo da anni nelle scuole per sensibilizzare gli studenti sul tema della prevenzione, del Primo Soccorso e della ricerca nel campo delle malattie genetiche del cuore, in modo particolare quelle aritmogene ereditarie. I numeri della nostra Associazione crescono di giorno in giorno: con quello consegnato all’Istituto Comprensivo “Ladispoli 1” siamo arrivati a 37 defibrillatori donati, 64 sono i Corsi BLSD e di Primo Soccorso già svolti, 730 le persone formate nell’uso del defibrillatore, 5400 gli elettrocardiogrammi eseguiti. L’arresto cardiaco interessa più di 60.000 italiani all’anno. Di questi, oltre 40.000 potrebbero essere salvati con l’utilizzo tempestivo di un defibrillatore. Ognuno di noi può imparare a prendersi cura degli altri, anche a partire da piccoli gesti quotidiani. Proseguiremo su questa strada. Grazie a tutti”.

Andrea Pappalardo (1989-2017) è nato e vissuto a Roma, dove ha conseguito la Laurea triennale in Scienze Storiche presso l’Università Europea e quella magistrale presso l’Università “La Sapienza”.

Molteplici e vari i suoi interessi che spaziavano dalla letteratura e dalla scrittura al cinema e all’arte, dai viaggi allo sport. Profonda la sua sensibilità che lo portava ad una continua dedizione alla famiglia ma anche ad un’intensa attività di volontariato. Ad Andrea Pappalardo è intitolata l’Associazione presieduta da Marialucia Formicola, ma anche un Premio Letterario promosso dall’Università Europea di Roma, giunto alla IV Edizione e nato per valorizzare il talento narrativo e creativo dei giovani studenti.

Ultimi articoli