16 Giugno, 2024
spot_imgspot_img

Lazio, Poste Italiane contribuisce al benessere economico e sociale della regione

Oltre 884 milioni di Prodotto Interno Lordo, più di 14 mila e 800 posti di lavoro e circa 395 milioni di reddito distribuiti ai lavoratori impiegati nel sistema economico del territorio.

Sono questi i numeri relativi all’Area Centro (che oltre al Lazio comprende anche Abruzzo,  Molise e Sardegna) hanno generato nel 2023 impatti positivi, diretti e indiretti, Numeri in crescita rispetto all’anno precedente che confermano la capacità dell’azienda di generare valore per le comunità locali e per l’intero sistema produttivo dell’area.

In particolare, anche l’attività svolta nella Regione Lazio, oltre a generare ritorni diretti e strettamente legati all’attività economica del Gruppo, richiede l’acquisto di beni e servizi prodotti da altre imprese (generando impatti indiretti) e consente alle famiglie che hanno ricevuto un reddito grazie al lavoro svolto per l’Azienda e i suoi fornitori, di acquistare nuovi beni e servizi (generando impatti indotti).

Numerosi anche  gli interventi di efficientamento energetico, strutturale e in tema di sicurezza attuati dall’Azienda nel Lazio durante il 2023, per i quali si avvale, oltre che di fornitori nazionali, anche di imprese con sede nel territorio regionale.

I numeri analizzati nel bilancio integrato 2023 sono il frutto della stima degli impatti economici complessivamente generati dall’azienda in ogni singolo territorio, evidenziando come grazie al lavoro dei suoi 120mila dipendenti riesce a creare valore economico, producendo ricchezza e occupazione non solo attraverso il proprio business ma anche attraverso il coinvolgimento di una catena di fornitura locale.

L’impegno di Poste Italiane a servizio del Sistema Paese si inserisce all’interno di un percorso di crescita e sviluppo che dal 2018 ha generato impatti complessivi sul Paese per circa 76 miliardi di euro di prodotto interno lordo, 44 miliardi di euro di reddito di lavoro, 13 miliardi di euro di gettito fiscale, contribuendo inoltre in media alla creazione di 187mila posti di lavoro annui tra il 2018 e il 2023.

Ultimi articoli