15 Aprile, 2024
spot_imgspot_img

Vittorio Emanuele di Savoia, un mese dalla scomparsa

Il 3 febbraio a Ginevra all’età di ottantasei anni, circondato dall’affetto dei cari e dei suoi amici, è morto il figlio dell’ultimo re d’Italia e di Maria Josè. Vittorio Emanuele, duca di Savoia e principe di Napoli, che trascorse la maggior parte della sua vita in Svizzera  accanto alla moglie Marina Doria, ex campionessa di sci nautico di origine pressoché borghese, da sempre contraddistinta per il suo spiccato accento francese ed eleganti ed impeccabili  mise accompagnate da grandi occhiali fumo .é  sempre  rimasta accanto al marito . I due coniugi ebbero un figlio maschio; Emanuele Filiberto, che dopo aver tentato di farsi strada nella politica, divenne noto al pubblico grazie a varie apparizioni e kermesse televisive tra le quali il festival di Sanremo. Il feretro Di Vittorio Emanuele è stato celebrato al Duomo nella città di Torino, ove sono accorsi molti partecipanti. Vittorio Emanuele non fu noto solo per il suo titolo nobiliare ma bensì per uno spirito controverso che lo portò ad avere diverse vicissitudini che dovettero risolversi legalmente, come ad esempio il famoso colpo di fucile che ferì gravemente Dirk Hamer in Corsica, dalle quali accuse fu poi prosciolto nonostante furono molti  i dubbi rimanenti legati all’accaduto.                                                                                                      Il figlio Emanuele Filiberto ha raccontato la dipartita del papà circondato da un clima accogliente e sereno, affermando le qualità paterne dell’uomo come guida, amico e padre stupendo, tuttavia mostrando una  composta commozione e ringraziando i numerosi partecipanti unitisi al loro cordoglio, tra i quali diversi reali. Vittorio Emanuele fu costretto a lasciare l’Italia in circostanze tumultuose ed in giovanissima età fino a stabilirsi definitivamente all’estero, più precisamente in Svizzera dove studiò e coltivò varie amicizie , gli anni dell’esilio terminarono nel 2003 ove quindi potè rientrare in Italia , più precisamente nella città di Napoli che gli diede i natali nel 1937. La tumulazione  delle ceneri si è tenuta nella cripta reale della  basilica di Superga il 10 di febbraio.

Ilaria Morodei
Redattrice L’agone   

Ultimi articoli