22 Maggio, 2024
spot_imgspot_img

Asl Roma 4, percorsi formativi per gli studenti per sviluppare empatia e socialità

Nel 2024 la Asl Roma 4 avvia due Percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento (PCTO) dedicate agli studenti del triennio delle scuole superiori del territorio.

I PCTO sono stati ideati nel corso del 2023 e sono due: il primo, composto da sei progetti, è incentrato sulle attività della rete antiviolenza, il secondo invece mette in relazione l’anziano e il giovane coinvolgendoli in un progetto di educazione tecnologica. Al momento sono tre gli istituti superiori del territorio che hanno aderito, L’IIS Vian di Bracciano, il Marconi di Civitavecchia e il Liceo Scientifico di Civitavecchia, sottoscrivendo un’apposita convenzione. Gli studenti che hanno già aderito a breve inizieranno la formazione e poi prenderanno parte alle attività del percorso di orientamento che hanno scelto.

“Per la prima volta la Asl Roma 4 ha attivato dei percorsi formativi e di orientamento dedicati agli studenti – ha spiegato il Direttore Generaledella Asl Roma 4, la dottoressa Cristina Matranga – e questo con l’obiettivo non solo di promuovere educazione sanitaria a diversi livelli, ma anche di coinvolgerli nella costruzione di una cultura della non violenza e dell’empatia verso i più fragili. Per gli studenti si tratta di un’esperienza formativa importante e che gli permetterà anche di scoprire le diverse professioni sanitarie e la loro attività”.

Sono sette i percorsi formativi che la Asl offre agli studenti:

“Iniziamo da noi: conoscere la violenza per contrastarla”, che si svolgerà presso lo Spazio Ascolto e Accoglienza Vittime di reato della Procura della Repubblica di Civitavecchia. Prevede, con la supervisione da parte delle tre operatrici del Servizio, la partecipazione in presenza dei ragazzi alle diverse attività svolte dallo sportello.

“Un viaggio esplorativo nell’universo Salute Mentale: le sorprese della mente come occasione di apprendimento”. Si tratta di un percorso di orientamento e formazione presso il Dipartimento di Salute Mentale conincontri presso il centro diurno riabilitativo, comunità Il melograno, convivenze protette e in alcuni di questi servizi i ragazzi potranno partecipare direttamente ad attività che hanno a che fare con la riabilitazione, la ripresa del ruolo sociale, la condivisione di esperienze ludiche ma anche di mansioni lavorative.

“Il regista della mia vita sono io!” che prevede un percorso di orientamento e formazione nel Servizio delle Dipendenza di Bracciano con la finalità di far conoscere agli studenti i servizi territoriali e di diffondere tali informazioni tra i coetanei.

“Il Benessere dell’adolescente” che si svolge presso il Consultorio Familiare e permette allo studente di acquisire informazioni sui servizi territoriali dedicati agli adolescenti e la realizzazione di attività informative tenute dai ragazzi stessi con la collaborazione della scuola, secondo il modello della “Peer Education”.

Gli studenti potranno, poi, scegliere di partecipare alle attività dello Sportello Antiviolenza Codice Rosa attivo negli Ospedali Padre Pio di Bracciano e San Paolo di Civitavecchia. Il percorso si articola in due parti e la prima sarà dedicata alla formazione con seminari informativi e visite presso lo Sportello Codice Rosa. La seconda parte sarà costituita da attività di laboratorio con i ragazzi direttamente impegnati presso lo sportello ospedaliero.

E’ stato previsto anche un percorso di orientamento e formazione presso il servizio CAD /Disabilità Adulti, la cui finalità principale è sensibilizzare i giovani alla disabilità e stimolare le loro capacità di socializzazione e sviluppo dell’empatia.

Infine, è possibile partecipare al PCTO “Educare gli Studenti all’Assistenza Farmacologica degli Anziani”. Gli studenti, dopo apposita formazione, aiuteranno gruppi di anziani nell’utilizzo dell’applicazione per smartphone TeraPiù dedicata alla somministrazione della terapia farmacologica giornaliera.

Ultimi articoli