16 Aprile, 2024
spot_imgspot_img

“Quando la CIA rapì Aldo Moro” storia fantapolitica, ma non troppo

Lo scorso fine settimana si è tenuta la presentazione del libro di Amedeo Lanucara, intitolato “Quando la CIA rapì Aldo Moro”, nell’archivio storico di piazza Mazzini a Bracciano.

L’evento è stato ben accolto dai cittadini, i quali lo hanno fatto notare riempiendo la sala dell’archivio in pochi minuti.

presentazione libro Lanucara

I protagonisti dell’evento, oltre al già citato scrittore, erano: Giovanni Furgiuele, presidente de “L’agone Nuovo”, nel ruolo di moderatore; il dirigente scolastico Riccardo Agresti; il sindaco di Bracciano, Marco Crocicchi, l’assessora alle politiche culturali di Bracciano, Emanuela Viarengo e la presidente del consiglio comunale, Giulia Sala.presentazione libro Lanucarapresentazione libro Lanucara

Ad aprire le cosiddette “danze” sono stati gli interventi di Leonardo De Sanctis, della Fefè editore, e le parole di stima dei rappresentanti politici, che si complimentavano con lo scrittore per le sue qualità e la ricchezza dei suoi scritti e un ringraziamento a l’agone sempre propositivo su tanti temi nel Territorio.presentazione libro Lanucara

Entrambi gli interventi andavano a sottolineare la grandezza del lavoro compiuto dallo scrittore, sia nel ricercare le notizie relative al rapimento di Moro sia nel ricollegarle ai fatti.

A conferma dell’ottimo lavoro svolto da Amedeo Lanucara, sono state le riflessioni portate dal dirigente scolastico Agresti, che avevano come obiettivo primo la creazione di dubbi utili alla comprensione delle tematiche, e i quesiti posti da Giovanni Furgiuele, con l’intento di preparare lo scrittore per le domande del pubblico.

presentazione libro Lanucara

Le persone, venute ad assistere alla presentazione, riempivano in toto la sala ed erano ammaliate dalla figura del signor Lanucara che, raccontando gli eventi con una precisione e semplicità, sembrava capace di trasportare il pubblico attraverso le barriere del tempo.

Le capacità comunicative dello scrittore erano talmente così attente nel ricercare la precisione che, durante il dibattito col pubblico, molte persone hanno avuto difficoltà nel creare un quesito, tanta era, per l’appunto, l’accuratezza dell’esposizione.

presentazione libro Lanucara

 

Nonostante ciò, la platea si è sbizzarrita ponendo domande a menadito, cercando di comprendere meglio alcuni dettagli insoliti, come la questione delle presunte torture subite dal politico democristiano,  e di sciogliere gli interrogativi rimasti irrisolti, come la strana assenza di Moro durante l’uccisione della sua scorta.

presentazione libro Lanucara presentazione libro Lanucara

L’evento poi si è concluso con gli intervento del vice commissario del commissariato di Ladispoli, Gianluca Di Pietrantonio, che ha espresso la propria stima nei confronti del lavoro svolto dallo scrittore, citando le parole dello scrittore Arthur Conan Doyle:”Eliminato l’impossibile, ciò che resta, per improbabile che sia, deve essere la verità.”

presentazione libro Lanucara

La tragedia di Aldo Moro è una di quelle storie che lasciano più dubbi che certezze e libri come questo sono l’unico modo per poter tramandare e mantenere viva la questione, così da ottenere delle risposte in futuro.

Il 23 maggio Amedeo Lanucara vi aspetta alle 17 nella sala consiliare di Trevignano Romano per un appuntamento.

presentazione libro Lanucara 

Claudio Colantuono

Redattore L’agone

Ultimi articoli