1 Febbraio, 2023
spot_imgspot_img

Anguillara, firmato l’accordo per realizzare l’ospedale di prossimità nel distretto Asl Roma 4

Nell’aula consigliare di Anguillara Sabazia si è concluso l’incontro pubblico tra il sindaco Angelo Pizzigallo, la sua giunta, la direttrice generale dell’ASL Roma 4 Cristina Matranga, l’assessore alla sanità della regione Lazio Alessio D’Amato e il consigliere regionale Emiliano Minnucci, riguardante la firma degli accordi per la cessione di alcuni terreni, di proprietà del comune, su cui si andrà ad edificare un ospedale di comunità, come già fatto in altre zone dello stesso distretto gestito dalla direttrice Cristina Matranga.

L’incontro si apre con l’intervento del primo cittadino Angelo Pizzigallo, il quale ha ringraziato per il lavoro svolto dall’assessore Alessio D’Amato, dalla direttrice ASLRM 4 Cristina Matranga e dal consigliere regionale Emiliano Minnucci, elogiando la collaborazione che si è instaurata per riuscire nell’intento di creare una realtà più tranquilla e sicura per i cittadini di Anguillara. Terminato il suo intervento, ha lasciato la parola alla direttrice Cristina Matranga la quale ha dichiarato: ”Dopo Filacciano, Riano, Sacrofano e altre località, ora  apriamo un nuovo ambulatorio di prossimità nel distretto Rm4, con lo scopo di portare servizi sul territorio, anche nei comuni più periferici e ridurre la distanza tra assistenza sanitaria e territorio. L’ambulatorio di prossimità è il luogo dove si concretizza la medicina di prossimità per un’assistenza sanitaria a portata di utente”. Presso gli ambulatori appena aperti, infatti, sarà possibile effettuare prelievi, misurazioni, medicazioni, holter pressori ed elettrocardiogrammi, ma sarà anche possibile informarsi o consegnare le provette per gli screening oncologici e, a rotazione, verranno effettuati servizi di vaccinazione.

L’assessore D’Amato ha commentato: ”Così è possibile avvicinare sempre di più i servizi al territorio e ai bisogni delle persone. Il Covid ci ha lasciato un imperativo categorico ovvero ridisegnare la sanità rafforzando la rete territoriale e facilitando l’accesso a tutti i cittadini, anche tramite la digitalizzazione dei servizi. Già è in corso un profondo processo di rinnovamento dei macchinari con tecnologie di ultima generazione e questo ci permette di garantire una sempre maggiore velocità e qualità delle prestazioni”.

Nell’intervento successivo, il consigliere Emiliano Minnucci, informa che: ”Sarà una struttura da venti posti letto destinata a pazienti con patologie non acute, i cosiddetti “codici bianchi e verdi”, i quali potranno recarsi in questa struttura intermedia. La sanità del futuro è questa, ovvero una sanità che sgrava gli ospedali e svuota i PS per permettergli di concentrarsi su pazienti e patologie che hanno bisogno di un altro tipo di cure”.

L’evento si è concluso con l’opportuna visita, dei promotori del progetto, al sito prescelto per la costruzione della struttura sanitaria in argomento.

Questo progetto sarà una grande svolta per Anguillara e permetterà di aiutare molte persone. A conferma di quanto appena esposto si è espresso l’assessore D’Amato: ”Bisogna creare una rete diffusa di prossimità che, partendo dal rafforzamento della sanità domiciliare e dal potenziamento degli ospedali di comunità, vada a facilitare l’interscambio tra territorio e ospedali”.

Claudio Colantuono
Redattore L’agone

Ultimi articoli