1 Febbraio, 2023
spot_imgspot_img

Il Municipio XII per i bambini e i ragazzi del territorio

Il 1 dicembre si terrà la presentazione ufficiale del Polo Sociale di Via castaldi servizio che vuole contribuire al Contrasto alle Povertà educative partito il 15 novembre. Un’iniziativa fortemente voluta dal Municipio XII, che mette a disposizione i locali di Via Castaldi 28 che, dopo un lungo periodo di chiusura, riapre i battenti al territorio, per un servizio offerto in modo assolutamente gratuito a tutti i bambini e ragazzi del Municipio.
Un minore è soggetto a povertà educativa quando il suo diritto ad apprendere, formarsi, sviluppare capacità e competenze, coltivare le proprie aspirazioni e talenti è privato o compromesso. Non si tratta quindi, di una lesione del solo diritto allo studio, ma della mancanza di opportunità educative a tutto campo: da quelle connesse con la fruizione culturale, al diritto al gioco, e alle attività sportive. Le minori opportunità incidono negativamente sulla crescita e incrementano le probabilità di vivere una condizione di disagio economico e sociale in età adulta. Per questa ragione, le politiche per l’infanzia e l’adolescenza e la lotta alla povertà educativa devono essere concepite come un investimento di lungo periodo, da monitorare anche in chiave territoriale.

All’iniziativa del Municipio ha risposto un pool di 10 tra cooperative sociali e associazioni culturali che hanno dato vita ad un centro di aggregazione giovanile che Cooperativa Percorsi Zebrati
· Cooperativa Il Grande Carro
· Cooperativa Agorà
· Cooperativa Zighinì
· Associazione IRLAS
· Scuola Popolare di Musica Donna Olimpia
· Associazione Italiana Jaques-Dalcroze
· CENDIC (Centro Nazionale Drammaturgia Italiana Contemporanea)
· Associazione Culturale Artenova
· Parkinzone (associazione non lucrativa di utilità sociale)

Si sono lasciate coinvolgere in azioni di contrasto alle povertà educative, che mai come in questo specifico momento, così difficile, pesano sulle disparità sociali ed aumentano il solco creato dalle mancate opportunità.
Queste realtà, impegnate, sia nel campo del sociale, sia nel campo della cultura, tutte già radicate nel territorio, sono state chiamate ad intervenire sul tema. La possibilità di mettere insieme le capacità delle cooperative sociali di fornire servizi alle persone con la capacità delle associazioni di “produrre” culturali hanno fatto si che venisse fuori un risultato sorprendente

“La cultura oggi è una vera e propria resistenza, perché siamo buttati in un mondo in cui tutto quello che conta è il come, quello che avviene è una specie di abitudine alle cose che avvengono, senza capirne più il senso ed il perché”. cit. Roberto Vecchioni (cantautore e scrittore).
Questa citazione ci aiuta a descrivere le ragioni della massiccia presenza del mondo della cultura nella nostra proposta e a definire i nostri obiettivi:
· Creare opportunità per tutte le bambine e per tutti i bambini
· Valorizzare le energie delle ragazze e dei ragazzi
· Sviluppare un linguaggio inclusivo
· Favorire la sinergia tra le reti
· Sperimentare ed innovare
· Creare nuove competenze

Un mese e mezzo di laboratori, presso la sede di Via Panfilo Castaldi.
Info: sul posto e al numero 393.8682821.
Il servizio è gratuito e aperto a tutti, dal lunedì al venerdì:
dal 15 novembre al 23 dicembre, dalle 15 alle 19;
nelle giornate del 27, 28, 29 e 30 dicembre dalle 9 alle 19.

Ultimi articoli