7 Dicembre, 2022
spot_imgspot_img

Municipio XV, attivazione servizio supporto medico per il terzo settore

Si è da poco concluso un incontro nell’aula consigliare del municipio xv di Roma, per spiegare al pubblico il progetto che si è potuto attuare solo tramite la collaborazione tra il municipio e la onlus “Banca delle visite”.

A rappresentare il municipio erano l’assessora delle politiche sociali Agnese Rollo, l’assessore del commercio e dello sport Tommaso Martelli e l’assessora alle scuole Tatiana Marchisio, supportati dal dottor Giacomo Marini dei servizi sociali, mentre a parlare per la onlus vi erano la presidente Michela Dominicis e la promotrice modulistica Laura Giacobbe.

Ad aprire la riunione è stata l’assessora Agnese Rollo che spiega come la società è stata fortemente colpita dai vari eventi che si sono abbattuti sulla realtà quotidiana e sull’economia del paese, come il rincaro delle bollette e in generale l’aumento dei prezzi, per poi continuare discutendo dell’importanza di una buon rapporto tra le amministrazioni e i cittadini e di come le prime debbano trovare dei modi per migliorare la vita dei secondi.

Questo è il principale motivo per il quale si sono volute iniziare le sedute per l’organizzazione di un servizio che permetterà alle persone di usufruire di cure e visite mediche urgenti per evitare i tempi di attesa estremamente lunghi del Servizio Sanitario Nazionale o anche in caso di impossibilità di ricorrere a visite a pagamento.

Ogni persona può accedere al servizio sia chiedendo al municipio o attraverso il sito dell’associazione o comunque chiedendo informazioni ai cosiddetti amicopoint, quali farmacie, studi dei medici di base, sedi della Croce Rossa. Come espresso orgogliosamente dalla Rollo, questo servizio per il momento è offerto dal 15° municipio e va incontro, non solo, a tutte quelle persone che vivono o che stanno vivendo delle difficoltà, ma anche agli ideali di pari opportunità nei quali credono i vari assessori. Come confermato dall’assessore Martelli nel suo intervento nel quale propone altre idee per promuovere il programma anche in ambiti differenti, come le associazioni sportive.

Questa idea, trasformata in realtà dal dialogo e dal lavoro di tante persone diverse, non è che un segno di volontà che alcune persone vogliono far vedere per dimostrare che è possibile migliorare la qualità di vita dei cittadini tramite il lavoro di squadra e una visione positiva del futuro.
Claudio Colantuono
redattore de L’agone

Ultimi articoli