Se la scuola diventa un dichiarato obiettivo comune

Ic Bracciano, ecco il progetto di fine anno scolastico

Si è da poco concluso quest’anno scolastico, meno travagliato dei due che lo hanno preceduto ma comunque organizzativamente complesso e molto faticoso.

Il nostro ringraziamento più grande va ai nostri alunni che hanno dimostrato di saper andare avanti nonostante la fatica e le restrizioni, nonostante la difficoltà nelle relazioni che sono alla base di ogni efficace processo di apprendimento.

Negli ultimi anni, l’applicazione delle tecnologie telematiche nell’insegnamento a distanza ha permesso di realizzare processi di apprendimento collaborativo, dando luogo a modelli di insegnamento-apprendimento caratterizzati da un libero scambio di informazioni e dalla circolazione di idee in maniera sincrona e asincrona.

I nostri alunni, anche i più piccoli, sono stati raggiunti dalla didattica a distanza riuscendo a costruire la propria conoscenza in una dimensione globale. Grazie alla cooperazione tra le diverse attività sperimentali proposte, si sono  privilegiate forme di apprendimento legate al lavoro di gruppo e alle attività di ricerca, attraverso le quali gli alunni della scuola dell’infanzia, sulle orme dei più grandi della scuola  primaria e secondaria, hanno partecipato al progetto “La scuola adotta un monumento” lavorando insieme verso un obiettivo comune, ma sperimentando anche attività in cui gli obiettivi di ciascuno dipendono da quelli intrapresi e condivisi dagli altri partecipanti alla situazione. Il prodotto del progetto “Bigio grigio e il giardino del castello” è visibile al link

https://www.atlantemonumentiadottati.com/adozione/2021-2022-i-c-di-bracciano-oltre-le-sponde-del-lago/

Lucia Lolli, professoressa

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui