Innovazione sostenibile, il ruolo di imprese e startup al webinar di Forma Camera, SAFE e NeXt

“Startup e business model Sostenibili – Open innovation SDG’s”, è stato il tema al centro del workshop digitale organizzato da Forma Camera – Azienda Speciale della Camera di Commercio di Roma, SAFE, realtà che opera in ambito formazione, eventi e consulenza nel settore energetico-ambientale e NeXt – Nuova economia X tutti.
Un fenomeno estremamente attuale se consideriamo che oggi numerose imprese hanno messo l’Open Innovation al centro delle loro scelte strategiche, affidandosi ad un modello di innovazione che tiene conto non solo delle idee e delle risorse interne, ma anche di strumenti e competenze provenienti dall’esterno, in particolare dal mondo delle startup.
È noto ormai come i processi di innovazione aziendale stiano includendo in misura sempre maggiore le tre dimensioni dello sviluppo sostenibile: ecologica (planet), economica (profit) e sociale (people). Queste tre dimensioni trovano articolazione nei 17 obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG’s – Sustainable Development Goals) dell’Agenda 2030 dell’Organizzazione delle Nazioni Unite, con particolare focus sul Green New Deal. In questo nuovo fermento di idee, soluzioni e tecnologie, imprese e startup sono chiamate a dare un contributo speciale allo sfidante percorso verso la sostenibilità.
Il webinar ha dunque contribuito a far luce sul concetto di “Open Innovation SDG’s”, attraverso cui le organizzazioni decidono di costruire ecosistemi di innovazione sociale, in grado di innovare non solo i propri prodotti e servizi in chiave partecipata e multistakeholder, ma anche per risolvere problemi legati allo sviluppo del territorio in cui si opera.
In apertura dei lavori sono intervenuti: Dario Poligioni, Responsabile Startup e Innovazione – NeXt Nuova Economia per Tutti, Stefania Ferrua, Community Manager NeXt HUB e Mimma D’Andria, Responsabile Centro Studi – SAFE.
L’evento ha poi presentato alcuni esempi di successo in Italia, raccontando le esperienze di startup che hanno sviluppato il proprio modello di business rispondendo alle esigenze multidimensionali del territorio di riferimento, utilizzando anche strumenti ed indici specifici. Sono intervenuti: Angelo Mosca, CEO – Manduco, Andrea Budini, Co-Founder – Ridaje, Petru Capatina, CEO – We Glad ed Elena Ferrero, CEO – Atelier Riforma.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui