Nasce il presidio di ortopedia della Asl Roma 5

Potenziare l’Ortopedia, puntare sulla formazione continua attraverso il confronto e lo scambio di competenze e ampliare l’offerta sanitaria di qualità ai cittadini, questi alcuni degli obiettivi del Progetto Ortopedia presentato questa mattina a Monterotondo e che nasce dalla sinergia tra le istituzioni e la stretta collaborazione tra ASL Roma 5 e l’Azienda ospedaliero-universitaria Sant’Andrea. Tra gli obiettivi anche valutare il potenziamento dei posti letto di ortopedia e traumatologia del SS Gonfalone. L’evento si è svolto alla presenza dell’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, dell’assessore regionale Lavori Pubblici e Tutela del Territorio, Mobilità, Mauro Alessandri, del Direttore Generale AOU S. Andrea, Adriano Marcolongo, del Direttore Generale ASL Roma 5, Giorgio Giulio Santonocito, del sindaco di Monterotondo, Riccardo Varone e del consigliere regionale, Marco Vincenzi. Il Progetto Ortopedia è coordinato da professionisti di altissimo valore, dal Prof. Andrea Ferretti (AOU S. Andrea) e dal Dott Alvise Clarioni (ASL Roma 5).

“Cresce l’offerta sanitaria dell’ospedale SS Gonfalone di Monterotondo. Un progetto importante che vede la collaborazione e la sinergia virtuosa tra due Aziende del sistema sanitario per migliorare e ampliare l’offerta sul territorio con una attenzione particolare alla formazione dei professionisti” ha commentato l’Assessore Alessio D’Amato.

“Con questo nuovo progetto miglioriamo la qualità della vita dell’intero quadrante con servizi potenziati ed altamente qualificati. Un’accelerazione importante che contribuisce ad allontanarci dalle difficoltà di questi ultimi due anni. La sinergia tra la Asl Roma 5 e il Sant’Andrea è un segnale positivo di cui beneficeremo tutti”, ha dichiarato l’assessore ai Lavori Pubblici e Tutela del Territorio, Mobilità della Regione Lazio, Mauro Alessandri.

“Siamo molto soddisfatti – commenta di Direttore Generale della ASL Roma 5, Giorgio Giulio Santonocito – Ringrazio la Regione e il Sant’Andrea, il Prof. Andrea Ferretti che metterà la sua grande competenza al servizio del nostro territorio e tutti i nostri servizi. Da diversi anni è attivo un rapporto di collaborazione e integrazione tra le Unità di Ortopedia dell’AOU S. Andrea e quelle della ASL Roma 5. La sinergia tra le due aziende si è sviluppata e consolidata nel tempo anche grazie ai rapporti di vicinanza geografica. Il progetto si connette in maniera sinergica e complementare al piano di attuazione del PNRR della ASL Roma 5, volto alla capillarizzazione dell’offerta sanitaria sul territorio aziendale, nello spirito del miglioramento continuo della qualità. Non c’è crescita senza formazione. Il Progetto Ortopedia ha un’elevata valenza sotto il profilo della formazione dei professionisti, determinando l’integrazione di personale universitario afferente ad una prestigiosa scuola di formazione medica specialistica con il personale di un’Azienda Sanitaria territoriale”.

“Il Progetto Ortopedia è un esempio virtuoso di gioco di squadra del nostro Servizio sanitario regionale. – aggiunge il Direttore generale dell’AOU Sant’Andrea, Adriano Marcolongo – Recuperiamo il gap assistenziale dovuto al Covid19 e contestualmente potenziamo i servizi territoriali, avvalendoci dell’esperienza e della competenza del dott. Clarioni e della guida di un innovatore della pratica clinica chirurgica come il prof. Ferretti.”

“Il Progetto Ortopedia rende il nostro nosocomio un centro d’eccellenza, altamente specializzato, in termini di risposta alla domanda sanitaria specifica e sotto il profilo della formazione – commenta il sindaco di Monterotondo, Riccardo Varone – Per questo ringrazio nuovamente l’assessore D’Amato e il direttore Santonocito, riconoscenza che estendo al dottor Clarioni e per il suo tramite a tutti i medici e gli operatori del nuovo reparto di ortopedia, la cui professionalità è garanzia d’eccellenza. Una menzione particolare la rivolgo al professor Andrea Ferretti, luminare e docente di fama internazionale, al grande pubblico noto per il suo ruolo di responsabile dell’Area medica della Federazione e della Nazionale di calcio: l’aver accettato di mettere al servizio del nostro territorio la sua altissima professionalità, la sua eccezionale esperienza e la sua incomparabile maestria è un grande onore per il nostro ospedale e per la città di Monterotondo”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui