LAGONE

Coronavirus: Intervista al Sindaco di Oriolo Emanuele Rallo sulla situazione

Coronavirus: Intervista al Sindaco di Oriolo Emanuele Rallo sulla situazione
aprile 08
11:36 2020

L’Associazione L’Agone Nuovo, in merito all’attuale emergenza sanitaria continua incessantemente il suo lavoro di informazione alla comunità. Abbiamo posto delle domande al Sindaco di Oriolo Romano Emanuele Rallo, sulla situazione del paese colpito anch’esso dal Covid-19;

Aggiornamenti sulla situazione sanitaria del Comune: numero dei pazienti, evoluzione dell’epidemia

Oggi a Oriolo sono stati riscontrati 8 casi, la gran parte collegati al cluster della palestra di Manziana. Abbiamo già il primo guarito, e le restanti persone stanno tutte bene. Confidiamo nei prossimi giorni di dare altre notizie di guarigioni. Il fatto più importante che possiamo evidenziare, è che le misure di contenimento sembrano aver funzionato nel limitare la diffusione del virus.

Organizzazione e connessione tra le varie organizzazioni: sanitarie, organi di controllo, volontariato

Con l’ASL di Viterbo e con la locale Compagnia dei Carabinieri  i rapporti sono quotidiani, e ci hanno permesso di essere molto precisi nell’applicare con efficacia le misure di contenimento. Inoltre, abbiamo avuto una grande risposta dal volontariato locale: la Protezione Civile e la Croce Rossa stanno facendo un lavoro enorme, la Parrocchia e la Chiesa Avventista sono in prima linea con noi e con il nostro Servizio Sociale, la solidarietà sia privata sia alimentata da imprese e associazioni non è mancata. Si è trattato e si tratta di uno sforzo anche di umanità che la popolazione sta apprezzando

Nel contigente il Comune è sufficiente, oppure necessita di nuove forze?

Ad oggi, anche grazie all’importante supporto di Regione e al lavoro degli uffici, stiamo reggendo. Però non basta: la situazione necessita non di poteri nuovi o di soluzioni accentratrici, bensì di semplicità e di immediatezza. Le procedure vanno snellite, il Governo deve insistere sulla strada della sburocratizzazione, in modo da permetterci di concentrarci sull’emergenza. La capacità di dare risposte chiare in questa fase è fondamentale

Augurandoci che la fine, almeno della fase cruciale, finisca al più presto: come pensa si possa correggere o migliorare la situazione attuale? Rapporti Comune/Regione/Stato centrale: finanziamenti, responsabilità, privilegiare pubblico anziché il privato

I ragionamenti da aprire sono molti, e ci sono persone molto più capaci di me per svilupparli. Io dico solo due cose: va ripensato il ruolo del servizio pubblico, anche nell’immaginario collettivo, chiudendo la fase per cui il privato diventava una sorta di panacea complessiva, e bisogna ridare dignità anche al concetto di interesse nazionale. Io, stando al confine tra due ASL, qualche problema nel coordinarci lo ho avuto, figuriamoci che questioni sono sorte ai livelli superiori!

Tag
Share

0 commenti

Nessun commento ancora!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

La tua e-mail non verrà pubblicata.
I campi obbligatori sono segnati *

LEGGI IL NUMERO DI LUGLIO/AGOSTO 2020!

Iscriviti alla Newsletter!