Campo di Mare, cinque alberi di tamerice all’ingresso della Palude di Torre Flavia

249

Campo di Mare, cinque alberi di tamerice all’ingresso della Palude di Torre Flavia

Le alberature sono state donate dall’Associazione Nautica Campo di Mare

L’ingresso dell’area protetta della Palude di Torre Flavia a Campo di Mare si arricchisce di nuove alberature.

Sono state ultimate infatti le operazioni di piantumazione di cinque nuovi alberi di tamerice, che andranno da impreziosire notevolmente quello che a tutti gli effetti è un patrimonio naturalistico di estremo valore che con un lavoro sinergico tra l’Assessorato alle Politiche Ambientali del Comune di Cerveteri, Città Metropolitana di Roma Capitale, ARSIAL e associazioni di volontariato ambientalistico e naturalistico si sta valorizzando e promuovendo in particolar modo tra giovani e scolaresche.

 

“Si tratta di cinque alberi già esistenti a Campo di Mare, precisamente vicino alla spiaggia dell’Associazione Nautica, quest’estate spostatasi più a Nord – ha dichiarato l’Assessora alle Politiche Ambientali Elena Gubetti – grazie alla disponibilità del Presidente della Nautica, Celso Caferri, e di tutto il Direttivo dell’Associazione, abbiamo recuperato questi alberi e li abbiamo riposizionati in una zona naturalistica come la Palude, con la speranza di riconsegnarli a nuova vita e a nuove fioriture. Continueremo a lavorare su quest’area, certi che il suo rilancio e la sua tutela possano rappresentare un punto di forza per la nostra costa e il nostro lungomare”.

 

“Colgo l’occasione – ha proseguito l’Assessora alle Politiche Ambientali Elena Gubetti – per ringraziare sentitamente in primis Corrado Battisti, Responsabile dell’area per conto della Città Metropolitana di Roma Capitale, per il continuo e certosino lavoro svolto. Così come ringrazio Gianluca Vannoli, dello Stabilimento da Ezio alla Torretta, come sempre resosi disponibile offrendo tempo e mezzi, ARSIAL, l’Associazione Nautica, la nostra Protezione Civile e i Delegati Roberto Giardina e Anna Maria Borrelli, sempre attenti alle tematiche della Palude di Torre Flavia”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui