LAGONE

Caso lago di Bracciano: sulle carte di Acea indaga la Procura

Caso lago di Bracciano: sulle carte di Acea indaga la Procura
luglio 28
17:14 2017

Inquinamento ambientale colposo. E’ l’ipotesi di reato su cui stanno indagando il capo procuratore Andrea Vardaro e il sostituto Delio Spagnolo, che giovedì’ 27 luglio hanno inviato i Carabinieri del Noe, Nucleo Operativo Ecologico, a perquisire gli uffici di Acea in piazzale Ostiense.

Nel decreto di perquisizione c’è scritto che “la società è indagata con l’ipotesi di aver cagionato abusivamente il deterioramento dell’ecosistema del lago di Bracciano dal gennaio 2017 con condotta perdurante all’attualità.

Sequestrati tutti i fascicoli con i dati sulle captazioni dell’acqua dal lago, avviso di garanzia consegnato a Paolo Saccani, presidente di Acea Ato2. La decisione presa dalla Procura di Civitavecchia è partita dal doppio esposto presentato il 20 giugno scorso dai sindaci dei comuni del lago e dal Comitato a Difesa del Lago di Bracciano.

0 commenti

Nessun commento ancora!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

La tua e-mail non verrà pubblicata.
I campi obbligatori sono segnati *



















LEGGI QUI IL NUMERO DI LUGLIO 2017!





Iscriviti alla Newsletter!

Ricerca gli articoli per giorno

luglio: 2017
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31