Cerveteri, a San Valentino il One Billion Rising con il film d’autore “7 minuti”

248

Martedì 14 febbraio torna in tutto il mondo “One Billion Rising”, la più grande manifestazione di massa che ha portato oltre un miliardo di persone a danzare e manifestare la volontà di cambiamento per riaffermare i diritti della Donna.

Per l’occasione, le attiviste di Se Non Ora Quando Cerveteri con la collaborazione dell’Assessorato alle Politiche Culturali e dell’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Cerveteri, propongono “Il Cinema delle Donne”, un’occasione per discutere e riflettere sulla condizione femminile nel resto del mondo e nella società.

se non ora quando locandinaQuest’anno, l’Associazione propone la proiezione di 7 minuti, un film italiano del 2016 diretto da Michele Placido. È ispirato a una storia realmente accaduta in Francia a Yssingeaux ed è tratto dall’omonimo testo teatrale di Stefano Massini. Una azienda tessile viene acquisita da una multinazionale estera. La nuova proprietà sembra intenzionata a non effettuare licenziamenti ma chiede alle operaie di firmare una particolare clausola che prevede la riduzione di 7 minuti dell’orario di pranzo. Lo sviluppo del dibattito fra le operaie porterà ognuna di essa a una fase di profonda riflessione. Nel cast: Cristiana Capotondi, Ambra Angiolini, Michele Placido, Fiorella Mannoia e Violante Placido. Seguirà un dibattito.

L’iniziativa si svolgerà nei locali di Sala Ruspoli in Piazza Santa Maria a Cerveteri, a partire dalle ore 17.30 L’ingresso è gratuito.

«Il One Billion Rising – ha dichiarato Francesca Pulcini, Assessora alle Politiche culturali del Comune di Cerveteri – nasce con l’obiettivo di sensibilizzare e mobilitare contro un fenomeno drammatico: in Italia e in tutto il mondo una donna su tre è vittima di violenza verbale, fisica e sessuale. In quasi tutti i casi, insieme alle donne sono vittime anche i bambini. Invito la Cittadinanza ad assistere a questo evento: le attiviste di SNOQ hanno realizzato un programma davvero di qualità e spessore, che sono convinta vi darà modo di riflettere su un tema così delicato e strettamente attuale”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui