1 Marzo, 2024
spot_imgspot_img

Trevignano, interventi di pulizia e manutenzione dei fossi

Con ordinanza del 2 settembre scorso, il Sindaco di Trevignano Romano Claudia Maciucchi, ha ordinato a tutti i proprietari di terreni frontisti dei fossi ricadenti nel territorio comunale trevignanese, di provvedere entro 15 giorni dalla pubblicazione dell’ordinanza stessa, alla Pulizia, al taglio della vegetazione spontanea sino ad un metro dall’argine, all’asportazione dei materiali che bloccano il libero deflusso delle acque e al mantenimento corretto delle sponde dei fossi laterali alle strade.

Tale disposizione è stata emanata al fine di prevenire allagamenti e frane in occasione del maltempo e dei fenomeni temporaleschi di forte intensità oramai meglio noti come “bombe d’acqua”.  A tal proposito Il Sindaco ha promosso per il giorno 7 settembre scorso un incontro con i referenti del Parco Regionale di Bracciano e Martignano, della Città Metropolitana di Roma, del Corpo Forestale dello Stato e dei Comuni di Bracciano, Sutri e Bassano Romano per condividere la necessità di operare congiuntamente nel controllo del corretto stato dei fossi che attraversano territori intercomunali come nel caso del fosso di Morichella detto “Rio”.

Infatti, come osserva il Sindaco, “nel caso preso ad esempio del fosso di Morichella, il corso nel territorio di Trevignano ha una lunghezza di circa 720 metri comprendente la foce, mentre i restanti 5 kilometri e mezzo a monte ricadono su territori comunali diversi, ed è del tutto evidente come se l’alveo dello stesso fosso non viene correttamente pulito a monte, il fosso stesso può trasportare, durante i forti fenomeni temporaleschi, detriti  alla foce, ostruendola e generando esondazioni, come già accaduto nel 2011 di cui tutti ricordano i grandi danni. Ed è proprio nell’ottica della condivisione con tutte le autorità e i Comuni interessati per i propri territori e competenze che occorre affrontare seriamente le tematiche ambientali e come in questo caso gli aspetti legati alla prevenzione dei rischi idrogeologici”. In ultimo l’ordinanza dispone che il Comune di Trevignano procederà, qualora i lavori richiesti non vengano eseguiti entro il termine citato, alla esecuzione delle opere necessarie con rivalsa di tutte le spese ed oneri a carico degli obbligati. Dunque in ossequio ai principali comportamenti per garantire la sicurezza e l’incolumità dei nostri territori, lo stesso Sindaco, invita la cittadinanza ad osservare attentamente quanto disposto dall’ordinanza.

Ultimi articoli