24 Luglio, 2024
spot_imgspot_img

Bando Reti Attività su strada: oggi CNA incontra imprese a Civitavecchia

10 milioni di euro dalla Regione Lazio a sostegno della nascita di almeno 100 “reti di imprese tra attività economiche su strada” i cui progetti abbiano come orizzonte la riqualificazione e la promozione delle realtà urbane. Per presentare il bando e avviare il confronto sull’ipotesi di creazione di una rete per accedere alle risorse messe a disposizione  giovedì 14 luglio, la CNA incontrerà le imprese che operano a Civitavecchia. L’appuntamento è alle ore 18 presso la sede territoriale della CNA (in via Palmiro Togliatti 7).

L’iniziativa sarà introdotta da Alessio Gismondi e Luigia Melaragni, rispettivamente presidente della CNA di Civitavecchia e segretaria della CNA di Viterbo e Civitavecchia. Interverrà Vincenzo D’Antò, assessore comunale con deleghe per Commercio e Turismo, Cultura, Valorizzazione del patrimonio artistico, Artigianato.

L’avviso pubblico per il finanziamento regionale (fino a 100mila euro per ciascun programma) favorisce le reti tra “attività su strada”: attività commerciali, di somministrazione di alimenti e bevande, artigianali e produttive, turistiche, di intrattenimento, sportive, culturali, professionali e di servizio, così come mercati rionali giornalieri e periodici. Sono esclusi i centri commerciali e le aree commerciali integrate.

Spetta al soggetto promotore della rete (territoriale o di filiera) elaborare un programma che preveda interventi riferiti ad almeno tre delle sette macroaree indicate dalla Regione: governance della rete; manutenzione e arredo dell’ambiente urbano; miglioramento della fruizione degli spazi pubblici e della mobilità intelligente; sicurezza e legalità; marketing e iniziative di promozione delle eccellenze; innovazioni di filiera e gestione di servizi in comune rivolti a imprese e/o cittadini; azioni complementari alle politiche di sostenibilità energetica e ambientale.

La partecipazione al bando avviene in accordo tra il soggetto promotore della rete e il Comune in cui insiste la rete. Il Comune approva il programma, è beneficiario diretto dell’avviso pubblico e responsabile dell’attuazione degli interventi, della gestione e dell’utilizzo del finanziamento regionale.

Un percorso interessante, che deve essere condiviso dalle imprese e dalle istituzioni.”

Così in una nota il CNA Associazione di Viterbo e Civitavecchia.

Ultimi articoli