26 Novembre, 2022
spot_imgspot_img

Regione Lazio, Ricci: “Il Lazio impegnato nel recuperare il rapporto con il contesto urbano”

“La Regione è impegnata quotidianamente nel rendere l’agricoltura e la produzione alimentare sempre più responsabile di uno sviluppo economico inclusivo e sostenibile, temi che oggi sono al centro dell’obiettivo ‘Nutrire il Pianeta Energia per la Vita’ fissato dall’Esposizione Universale e che sono stati ratificati nella Carta di Milano”. Così, lo riferisce una nota, Sonia Ricci intervenendo alla seconda edizione della Conferenza internazionale “Agricoltura e società urbana” presso la sede dell’Università Roma3, nell’ambito di Lazio Expo 2015, organizzata in collaborazione con l’Università Wageningen, l’Università di Pisa e AiCare (Agenzia Italiana per la Campagna e l’Agricoltura Responsabile e Etica).

“In particolare il nostro impegno – ha sottolineato l’assessore Ricci – è diretto al recupero del rapporto tra la città e la campagna, al miglioramento del sistema di fornitura del cibo nelle città, allo sviluppo di sistemi avanzati di forniture di servizi ai cittadini da parte delle imprese agricole, alla valorizzazione delle terre inutilizzate. Questi quattro punti, che sono al centro dei lavori della Conferenza, sono protagonisti della nuova programmazione dello sviluppo rurale del Lazio fino al 2020. La nostra attenzione è andata sin dall’inizio all’assegnazione di terre pubbliche incolte a giovani imprenditori e a favorire la multifunzionalità dell’agricoltura con le attività degli agriturismo, le fattorie didattiche e le varie forme di agricoltura sociale. Sul piano della fornitura del cibo abbiamo dato spazio allo sviluppo dei mercati, e in particolare dei due più grandi poli della fornitura di cibo per Roma e le altre aree urbane: il CAR di Roma e il mercato di Fondi. “Naturalmente – ha concluso Sonia Ricci – per fare in modo che tutto questo possa dare dei buoni risultati, è fondamentale mantenere costante e costruttivo il dialogo tra le istituzioni e il mondo delle università a favore della ricerca, l’innovazione e la formazione delle competenze”.

Ultimi articoli