Nuoto: ancora successi per il Tc Le Molette ai campionati regionali

84

Grandi soddisfazioni per il Tennis Club Le Molette ai campionati regionali di nuoto.

Sui sei atleti in gara, tre uomini e tre donne impegnati in 15 gare individuali più le staffette, in tre hanno centrato il tempo utile per la qualificazione ai campionati italiani in programma a Riccione dal 20 al 25 marzo.

Tante emozioni hanno segnato la due giorni laziale, impreziosita dalla presenza di Silvia Di Pietro ed Erika Ferraioli, che ai Mondiali di Barcellona hanno migliorato il record della staffetta mista insieme ad Alice Mizzau e Federica Pellegrini, e allo specialista dei 100 e 200 dorso Christopher Ciccarese.

Di grande rilievo, per il Tc Le Molette, il 27.19 di Carlotta Colasanti, classe 1999, nei 50 stile libero. Un tempo che le regala il terzo posto nella prima delle sue quattro finali regionali, ma soprattutto la proietta a Riccione e tra le prime 20 atlete italiane nella sua fascia d’età.

Ottime conferme sono arrivate dal diciannovenne Emanuele Capoccia, uno dei migliori prospetti nella velocità del nuoto italiano, che si è garantito un posto ai campionati nazionali grazie al 23.31 fatto registrare nei 50 stile libero e al 50.7 sulla distanza doppia.

Tempi che gli consentono di migliorare i suoi primati personali, già ritoccati a dicembre alla Coppa Caduti di Brema, e partecipare per l’ottava volta alla rassegna tricolore.

Prestazioni tanto più rilevanti alla luce dei vincoli paesaggistici cui deve sottostare il circolo che, inserito in un’area protetta, non ha potuto sviluppare una palestra adeguata.

A completare il tris, arriva l’attesa prova di maturità del sedicenne Gabriele Salerno, talento puro che stampa un pregevole 27.5 nei 50 dorso e abbatte il muro del minuto sui 100 (59.3).

Non contento, migliora ancora il suo personale sui 100 con il 59 netto nella sua prima frazione della staffetta 4×100 mista. La due giorni di successi per il Tc Le Molette si completa con i nuovi primati personali di Ada Mosca, Pierludovico Moro e Roberta Maurizi.

Ora l’attenzione si sposta sulle finali regionali “Ragazzi” di sabato 7 marzo, che vedrà Chiara Pierandrei, giovanissima speranza classe 2001, al via nei 100 rana con l’obiettivo di ritoccare l’1.18.3 della Coppa Caduti di Brema. Poi, i riflettori saranno tutti puntati su Riccione, dove il Tc Le Molette cerca di rimpinguare il bottino di due medaglie tricolori del 2010, l’argento ai campionati invernali e il bronzo agli estivi, di Federico Taraschi nei 200 rana.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui