Ladispoli: il circolo PD ha accolto con esultanza l’elezione di Sergio Mattarella alla carica di Presidente della Repubblica

122

“Sul suo profilo di uomo sobrio e determinato si stanno scrivendo fiumi d’inchiostro come è giusto che sia e come è prassi in tali circostanze.

Questo profilo, che viene da lontano e che riteniamo sia una valida testimonianza di  quanto di meglio abbia potuto esprimere politicamente e storicamente la Prima Repubblica, è motivo di sano orgoglio per tutti noi del PD uniti su questa candidatura di alto e apprezzato spessore che ha sfiorato il massimo dei consensi in Parlamento.

Senza l’unità del PD, che oggi è il partito con il maggior numero di grandi elettori,  l’elezione del Capo dello Stato sarebbe complicata come è avvenuto nel 2013 con una pagina finalmente archiviata.

Sergio Mattarella sarà il Presidente al di sopra delle parti,  di tutti, come detta la Costituzione di cui è supremo garante, lo sarà un po’ di più per noi del PD perché la sua figura incarna in qualche modo lo spirito fondativo del nostro partito per “unire e trasformare in qualcosa di nuovo, il meglio della storia cattolica, di quella comunista e di quella socialista e liberale”.

Una testimonianza diretta e un ricordo personale sul neo Presidente Sergio Mattarella del capogruppo consiliare Nardino D’Alessio: “Quando negli anni  ‘80 ero delegato giovanile della Democrazia Cristiana e consigliere comunale frequentavo il Comitato provinciale del partito, dove la corrente della “sinistra dc”, della quale facevo parte, aveva la sua sede in via Luciano Manara nel quartiere Trastevere.

Tale sede era frequentata da importanti uomini della “sinistra dc”, non solo romani come Galloni, Gallenzi, Rocchi, ecc., ma anche da molti altri, come appunto da Sergio Mattarella.

La corrente organizzava molti incontri politici in diverse localita’ termali con tutti i rappresentanti nazionali della corrente stessa ed io, pur se giovanissimo, venivo invitato, incontrando spesso Sergio Mattarella.

Quindi l’attuale Presidente proviene dalle mie stesse idee politiche che sommate al suo perfetto curriculum e alla sua sobria personalita’ l’hanno portato alla carica più alta dello Stato.

Le prime parole espresse dal Presidente Mattarella sono quelle legate alle problematiche della societa’ e non al “palazzo”.

Questo e’ il mio pensiero politico e quindi sono contento di avere Presidente Sergio Mattarella.”

E il segretario Andrea Zonetti aggiunge:”A nome del circolo PD di Ladispoli, porgo il mio deferente saluto al nuovo Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e gli auguro un proficuo lavoro per il bene del Paese.

L’alto profilo politico e istituzionale del nostro nuovo Capo dello Stato è indiscutibile e sono convinto che riuscirà subito ad entrare in sintonia con i sentimenti del popolo italiano: non è un caso che il suo primo pensiero all’atto della comunicazione della sua elezione sia stato rivolto “alle difficoltà e alle speranze dei nostri concittadini” e il suo primo gesto da Presidente sia stato quello di visitare il memoriale della strage nazista alle Fosse Ardeatine facendo un paragone tra il terrore di quei giorni e il terrorismo di oggi, auspicando l’unità di intenti a livello europeo per superare le difficoltà dei nostri giorni.

Un plauso va al nostro Segretario nazionale e Presidente del Consiglio Matteo Renzi, a tutto il gruppo dirigente e ai Grandi Elettori PD che hanno saputo far dimenticare il caos e i tradimenti di due anni fa con l’individuazione e la veloce elezione di un Rappresentante degno delle nostre Isituzioni.

Un ultimo saluto e ringraziamento va al Presidente emerito Giorgio Napolitano per quanto ha fatto  per il bene dell’Italia, nella speranza che possa ancora per tanti anni essere un punto di riferimento e di saggezza per la nostra Patria, per la nostra classe dirigente e per il nuovo Presidente della Repubblica!”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui