3 Febbraio, 2023
spot_imgspot_img

Pd Cerveteri: basta discariche, basta Cupinoro

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del Partito Democratico di Cerveteri.

In occasione del Consiglio Comunale aperto del 21 novembre 2013 avente ad oggetto la discarica nella località di Cupinoro, il PD di Cerveteri, con una dichiarazione pubblica del proprio Segretario, aveva espresso in modo chiaro e fermo la propria posizione: NO a Cupinoro.
La problematica è stata ulteriormente affrontata nel Direttivo del 22 settembre scorso e quella posizione viene ribadita.
La decisione del Consiglio dei Ministri dell’8 agosto ha affermato che sussiste la possibilità di procedere al rinnovo dell’autorizzazione integrata ambientale (AIA) per la discarica di Cupinoro, a condizione che siano rispettate le verifiche e le prescrizioni fornite dagli Enti coinvolti nella conferenza di servizi.
A prescindere dagli aspetti tecnici (comunque importanti e che valuteremo nei prossimi giorni), questa decisione riapre di fatto le porte della discarica di Cupinoro.
Non condividiamo questa decisione.
Non la condividiamo perché quella lugubre montagna che incombe in modo sinistro sul nostro territorio a simboleggiare uno stupro ambientale ci costringe a non fidarci.
Vogliamo conoscere gli esiti delle inchieste della Procura di Civitavecchia sui fondi del post-mortem e vogliamo che il sito sia bonificato.
Il problema rifiuti deve essere risolto, questo è chiaro.
Ma la soluzione non può essere ricercata nell’apertura di altre discariche.
E dunque: la premessa è il NO a Cupinoro.
Certamente il desolante ritardo dell’amministrazione di Cerveteri rende tutto più complicato.
Questa amministrazione sta già a metà mandato e sinora non ha prodotto alcun tipo risultato.
Dove sono le isole ecologiche? Dove sono le aree per il compostaggio? Quando partirà la differenziata?
Sono ritardi che vanificano ogni sforzo ed ogni tentativo di soluzione e sono talmente ingiustificabili da consigliare di non insistere nella polemica.
Noi difenderemo sempre il nostro territorio e la nostra salute.
Tutti, però, facciano la loro parte e, in primo luogo l’amministrazione ed il Sindaco, al quale chiediamo di adoperarsi al massimo per svolgere il ruolo di responsabile della salute pubblica nel territorio di Cerveteri.

Ultimi articoli