21 Febbraio, 2024
spot_imgspot_img

Comunicato congiunto dei 15 assessori alle politiche educative dei municipi di Roma Capitale

“Ci auguriamo che l’apertura del nuovo anno scolastico nelle scuole di Roma lunedì prossimo avvenga nel migliore dei modi. Sappiamo bene però, che ancora sono molti i problemi che affliggono le nostre scuole. Per quanto concerne i servizi necessari quali sfalci e potature del verde scolastico, dotazione degli arredi, abbiamo notato che l’avvio dell’anno educativo presso asili e materne nei giorni scorsi ha avuto meno difficoltà di quelle riscontrate in questi giorni presso elementari e medie.- è quanto dichiarato in una nota congiunta dai 15 assessori alle politiche educative dei municipi di Roma Capitale –in questo caso la sinergia tra Roma Capitale e i Municipi si attua in modo più diretto ed esaustivo, permettendo all’azione di governo del territorio di realizzarsi con maggior prontezza ed efficacia. La scorsa settimana ci siamo riuniti con l’assessora Cattoi affrontando le problematiche più impellenti, e grazie a questa azione coordinata ed al suo personale impegno, siamo riusciti a far fronte ad esigenze quali il reperimento fondi per le derattizzazioni e le dotazioni di detersivi per gli asili. Per la dotazione degli arredi per elementari e medie, nonostante l’assessorato comunale si sia attivato con anticipo rispetto all’approvazione del bilancio al fine di attivare le procedure necessarie a dotare le scuole degli arredi per le nuove classi, a molte scuole verranno consegnati in ritardo. Per quanto concerne gli sfalci del verde scolastico, sempre riguardo ad elementari e medie, ad oggi molti interventi non sono stati ancora realizzati. Riteniamo che alle difficoltà dovute alle limitate risorse economiche, spesso si aggiungano difficoltà dovute a procedure macchinose che incidono gravemente sulla programmazione impedendo una più fluida organizzazione del lavoro. Siamo convinti che vadano potenziate le sinergie possibili con un reale decentramento tra Roma Capitale e i suoi Municipi, affinché si affermi un modello più efficiente dell’attuale, in cui, ci sembra, i problemi spesso si amplificano.”

Lo hanno dichiarato in una nota congiunta i 15 assessori alle politiche educative dei municipi di Roma Capitale.

Ultimi articoli