Anche a Bracciano gli incontri per “Cittadini del mondo” con il ministro Kyenge

256

Si chiama “Cittadini del mondo” e si svolge in tre scuole superiori di Roma e una di Bracciano. I protagonisti, Laura Boldrini, Cécile Kyenge, il presidente dell’Istat Antonio Golini, esperti di immigrazione come Franco Pittau e Vinicio Ongini, un’imprenditrice immigrata, Reyna Terrones Castro, don Mussie Zerai, il prete eritreo che aiuta i profughi, conosciuto come “l’angelo dei disperati”, Mohammed Tailmoun, portavoce della rete “G2” che aggrega i figli degli immigrati.
Anche per il 2014, infatti, l’associazione culturale “Studenti&cittadini” porta testimonial di grande rilievo a parlare agli studenti e a rispondere alle loro domande attorno a un tema quasi d’obbligo, dopo la tragedia di Lampedusa, le migrazioni.

Con il patrocinio e il sostegno dell’Assessorato alla Cultura della Regione Lazio, si comincia oggi, lunedì 13 gennaio, al Liceo Classico Mamiani. Sarà in cattedra l’ideatore e responsabile del Dossier statistico Immigrazione, Franco Pittau, alla guida del centro di ricerche Idos, che fornirà ai ragazzi una fotografia dettagliata dei 5 milioni di stranieri che vivono assieme a noi, per riproporla il 18 al Liceo Scientifico Plinio che ospiterà don Mussie Zerai il 22 e un demografo d’eccezione come Antonio Golini il 28 gennaio.

La presidente della Camera è attesa al Mamiani il 3 febbraio, dopo che i ragazzi avranno già ascoltato Mohamed, il rappresentante delle seconde generazioni dell’immigrazione, e la storia di Reyna, giunta in Italia da irregolare e divenuta imprenditrice dopo trascorsi da colf e badante in nero (questi due incontri sono in calendario il 20 gennaio). Vinicio Ongini parlerà invece al Liceo Montessori degli 830 mila alunni stranieri (stima 2013-2014) metà dei quali sono nati in Italia. Per quanto riguarda il ministro Kyenge “non c’è ancora una data precisa e sono in corso di definizione gli incontri al Liceo scientifico Ignazio Vian di Bracciano”.

“Studenti&cittadini” è un’associazione culturale presieduta dal giornalista Stefano Trincia, nata da una costola del Trevignano Filmfest, presieduto da Corrado Giustiniani, che quest’anno sarà dedicato in settembre proprio al tema delle migrazioni. Per preparare gli studenti agli incontri è stato realizzato e distribuito un giornalino in duemila copie. Anche quest’anno verrà realizzato un documentario: quello della scorsa edizione è su Fb alla pagina Studenti&cittadini. Sono previsti 12 incontri. Nella prima edizione, del 2012, il tema era il diritto al dovere all’informazione, con punte di diamante come i giuristi Sabino Cassese, Stefano Rodotà e Alessandro Pace. Nel 2013, invece, il tema è stato “Gli anni del nostro scontento: la crisi spiegata ai ragazzi”, con l’intervento, fra gli altri, del leader della Cgil Susanna Camusso.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui