24 Giugno, 2024
spot_imgspot_img

Ladispoli punta sulle spiagge sicure

Riceviamo e pubblichiamo – “Le spiagge libere di Ladispoli sono un bene prezioso ed è nostro dovere garantire sicurezza e accessibilità a tutti”. Con queste parole il sindaco Alessandro Grando ha annunciato che già da questo fine settimana le spiagge libere, da Marina di San Nicola a Torre Flavia, saranno monitorate e che sabato 15 giugno partirà il progetto “Spiagge sicure 2024”.

“Da metà giugno – ha proseguito Grando – il servizio sarà attivo tutti i giorni della settimana e sono state messe in campo tutte le misure necessarie per garantire la massima sicurezza sulla nostra costa. Rispetto allo scorso anno, individuati anche grazie alle indicazioni della Guardia Costiera, sono previsti maggiori punti inclusivi con passerelle fino alla battigia, piccole aree di sosta e sedie job. Sui lungomare antistanti le spiagge libere prevista, anche, l’istallazione di servizi igienici. Teniamo in modo particolare a questo progetto che durante la stagione balneare garantisce la sicurezza dei bagnanti come confermato dagli interventi effettuati la scorsa estate. Ringrazio il Consigliere delegato Pierpaolo Perretta e il Comandante Blasi per aver attivato questo importante servizio. Ringrazio inoltre per la collaborazione il Comandante della Guardia Costiera di Ladispoli Cristian Vitale e la Regione Lazio per averci concesso un importante contributo economico per sostenere questa iniziativa”

“Sulle spiagge libere – ha commentato Perretta –  le quattro postazioni di salvamento sono attive a Marina di San Nicola, a Palo Laziale e nel quartiere Caere Vetus (una sulla spiaggia libera di Via Santa Marinella e una sulla spiaggia limitrofa allo stabilimento La Baia). In tutte le postazioni sono presenti torrini di avvistamento con bagnini e corredati da tutte le dotazioni di sicurezza necessarie. Assicurato anche un coordinamento tra  gli stabilimenti balneari, le associazioni di volontariato, con particolare riferimento al nucleo sommozzatori Dolphin, e la Capitaneria di Porto. E’ importante sottolineare che ogni intervento è concertato con il locale comando di Guardia Costiera che ringraziamo per competenza e disponibilità. Durante il fine settimana a Torre Flavia verrà ripetuto il progetto con la presenza di unità cinofile di salvamento, ma ci auguriamo che al più presto il monitoraggio si possa estendere a tutto il litorale attraverso dei pattugliamenti della costa, sempre nel weekend. Stiamo lavorando, inoltre, sulla realizzazione di una spiaggia inclusiva grazie ad un finanziamento che Ladispoli si è aggiudicata nel progetto Aceonsea”.

Ultimi articoli