24 Giugno, 2024
spot_imgspot_img

 “Blu Hotels” all’incontro con l’alberghiero di Ladispoli

Cultura, Costumi, Cucina, Convivialità: queste le 4 “C” al centro della mission e della vision della catena alberghiera Blu Hotels, leader nel settore dell’accoglienza turistica per numero di strutture e fatturato. E lunedì 27 maggio gli studenti dell’Istituto Alberghiero di Ladispoli, nell’ambito delle attività di orientamento in uscita, hanno incontrato il Responsabile della Società Giorgio Uccellini, H.R. Manager, e la Direttrice dell’Hotel Villa Margherita Lucilla Metta. “Sviluppare le quattro «C» della bellezza italiana nell’ospitalità alberghiera, accogliendo gli ospiti con le regole del nostro galateo (Cultura), facendo loro conoscere le tradizioni locali uniche e millenarie della nostra terra (Costumi), i sapori originali di una Cucina che ha fatto scuola nel mondo con la Convivialità tipica di un popolo che ha fatto dell’accoglienza la propria storia”: ecco, in sintesi, la filosofia alla base del Gruppo, una realtà aziendale dinamica, complessa e strutturata, – è stato spiegato nel corso dell’incontro – “frutto di un “viaggio” lungo quasi 30 anni, vissuto con passione, innovazione e professionalità”. “Nel nostro Istituto puntiamo da sempre a far conoscere agli studenti i soggetti imprenditoriali di eccellenza nel settore dell’accoglienza turistica e dell’enogastronomia. – hanno sottolineato i Docenti Giovanna Albanese, Renato D’Aloia e Carmen Piccolo, promotori dell’iniziativa – Ringraziamo dunque i nostri ospiti che non solo hanno descritto le loro esperienze, ma hanno anche presentato le posizioni lavorative attualmente aperte nelle strutture alberghiere del Gruppo. Un’occasione straordinaria per tutti coloro che desiderino mettersi alla prova nel mondo del lavoro dopo il conseguimento del diploma”.

“All’inizio, trent’anni fa – ha esordito Giorgio Uccellini – non sapevo nemmeno che cosa fosse un villaggio turistico e conoscevo una sola lingua. Ora ne parlo cinque e nel corso degli anni ho acquisito sul campo conoscenze e competenze preziose, che mi hanno consentito di crescere professionalmente diventando, da semplice animatore, Direttore e quindi H.R. Manager. Sicuramente – ha aggiunto Giorgio Uccellini – si tratta di un lavoro che richiede sacrifici, ma permette di conoscere luoghi meravigliosi e di migliorarsi continuamente. E’ un settore – ha concluso salutando gli studenti di via Federici – che ha bisogno dei giovani, della loro creatività e del loro dinamismo: un valore aggiunto di inestimabile valore. Non abbiate paura di uscire dalla vostra comfort zone. Il mondo del turismo vi aspetta con tutte le sue infinite e straordinarie possibilità!”.

 

Ultimi articoli