28 Maggio, 2024
spot_imgspot_img

Italia dei Diritti: “Sfruttiamo le risorse di Palestrina per un grande rilancio culturale”

A Palestrina si sta delineando quella che sarà la corsa per la poltrona di Sindaco. Fino a ora sono cinque i candidati che si sfideranno per la conquista di Palazzo Verzetti e fra di loro chi può rivendicare di essere il volto nuovo per Palestrina è il candidato dell’Italia dei Diritti Marco Zoppini. A tal proposito il movimento presieduto dal giornalista romano Antonello De Pierro, prosegue con la presentazione in pillole del programma elettorale all’interno del quale avrà uno spazio importante il rilancio culturale del comune prenestino come ci spiega il Segretario Provinciale romano e responsabile per la Politica Interna IdD Carlo Spinelli:” In un comune con secoli di storia alle spalle, che ha visto i natali ben prima della fondazione di Roma e che ha ricoperto sempre posti di rilievo nell’excursus storico culturale del nostro Paese, non si può trascurare la cultura. Certo magari quello culturale è un campo dove forse non ci sono dietro grandi interessi come magari si possono trovare nell’urbanistica, nelle grandi opere etc. ma è fondamentale per non perdere le radici storiche e per acculturare soprattutto la popolazione giovanile in un’epoca dove, la mancanza di cultura in alcuni campi, porta a episodi come il bullismo, la discriminazione e incentiva la disoccupazione. Ecco quindi che diventa importante – prosegue Spinelli – sfruttare tutte le risorse che un comune può mettere a disposizione per diffondere cultura tra la popolazione e a Palestrina queste risorse ci sono; mi riferisco al teatro Principe che si trova nel cuore del Paese e che risulta chiuso. Il teatro, che dispone anche di uno schermo per la proiezione cinematografica, negli anni ha visto esibirsi grandi nomi dello spettacolo, ma purtroppo da circa quattro anni risulta inutilizzato. Un vero peccato per le sue potenzialità, dispone infatti di un ampio palcoscenico in grado di ospitare anche grandi compagnie e di una platea di 250 posti. Il nostro intento è quello di sfruttare queste potenzialità non solo, come accade ora, mettendolo a disposizione dei privati per portare in scena le loro opere teatrali, ma organizzando una vera e propria rassegna teatrale che possa spaziare dal teatro brillante a quello più impegnato arrivando anche a creare un laboratorio teatrale condotto da professionisti del settore che possano far crescere a Palestrina una compagnia stabile che darebbe sicuramente lustro alla cittadina prenestina. Lo stesso teatro potrebbe anche ospitare il festival del cinema che ci siamo ripromessi di organizzare sperando di avere Gabriel Garko quale direttore artistico dell’evento; è lui il personaggio che abbiamo individuato come movimento per il rilancio culturale e artistico del comune. Ecco quindi svelato un altro punto del nostro programma elettorale – conclude Spinelli – improntato a riportare una Palestrina agonizzante, a nuova vita”.

Ultimi articoli