15 Aprile, 2024
spot_imgspot_img

Oriolo Romano, incontro partecipato contro la chiusura della ferrovia Roma-Cesano-Viterbo

Ieri sera si è’ svolto l’incontro organizzato dal Sindaco di Oriolo Romano, dott. Emanuele Rallo, sulla già comunicata chiusura della FL3 tra Giugno e Settembre per l’adozione del sistema ERTMS di controllo dei treni. Hanno preso parte alla riunione il Vice Presidente del Consiglio Regionale del Lazio, on. Enrico Panunzi e l’On. Alessio D’ Amato, consigliere regionale. Presenti anche amministratori del comprensorio, il presidente del GAL Gianni Petrocchi e tanti cittadini e pendolari.

Il Sindaco Emanuele Rallo ha introdotto la situazione, facendo il resoconto di quanto emerso nell’audizione del giorno 26 scorso, che non ha segnato purtroppo grandi aperture di Trenitalia e Rfi sulle ipotesi di alleviare gli enormi disagi dei pendolari derivanti da una chiusura così lunga. Niente interruzioni a tratte, niente corse garantite, niente rimborsi, una leggera apertura solo sulla riduzione dei tempi dei lavori, ma si tratta di ipotesi. Ipotesi anche per le corse dei bus sostitutivi, che dovrebbero essere più certe tra circa 15 giorni.
Nelle parole dei Sindaci intervenuti, tutti concordi nel sostenere la battaglia contro questa operazione, e a favore del raddoppio l’amarezza per una chiusura così netta, che lascia poche speranze. La sicurezza non si discute, ma ad oggi non si vede da parte delle Ferrovie e della Regione Lazio, un piano e un crono-programma di bus sostitutivi in grado di sostituire l’interruzione, creando grandi e gravi problemi a tantissimi lavoratori, cittadini ai tanti turisti che potrebbero venire nei nostri meravigliosi paesi.

 

Gli on. Panunzi e D’Amato, continueranno in Regione Lazio la battaglia, affinché la Giunta Rocca dia nell’immediato risposte certe e interpreti il ruolo che deve avere, così come i Sindaci continueranno a spingere sulla Regione per una migliore interlocuzione con i Comuni e un intervento più forte sui gestori delle FL3.

L’agone nuovo, da parte sua, farà la sua parte di comunicazione a fianco dei pendolari per la risoluzione del problema che si presenta, impegnativo e non di facile soluzione, che non può distogliere l’attenzione dal vero tema in gioco: il raddoppio del binario.
Si al Raddoppio della ferrovia Roma- Bracciano- Viterbo, con tempi certi e finalmente verificabili.

Giovanni Furgiuele
Redazione L’agone

 

Ultimi articoli